Solidarietà/ Tre chef stellati ai fornelli delle mense sociali napoletane

I piccoli gesti in questo momento diventano grandi e necessari. Quando ci è stato chiesto di restare a casa tanti sono stati colori che hanno contribuito alle raccolte fondi promosse per sostenere gli ospedali o i meno abbienti. Tanti i ristoratori che hanno donato cibo ai medici impegnati in prima linea. Molte le aziende che hanno regalato mascherine o si sono per la spesa solidale e centinaia i volontari in campo per aiutare le comunità. Ognuno, anche in questa fase difficile di ripartenza e di rilancio, fa quello che può per costruire quei mattoncini solidali in un’ emergenza che ha travolto ogni aspetto della nostra vita. E così nei nostri territori la macchina della solidarietà, in attesa di una ripresa, non arretra di un passo. E anche i piccoli gesti, in questo momento diventano importanti e si fanno esempio per mettere in moto un motore di comunità ancora più forte.

A tal proposito si stanno mobilitando personaggi famosi, imprenditori e chef stellati. A Napoli l’associazione “Tra Cielo e Mare”, presieduta da Alfonsina Longobardi, ha coinvolto tre chef stellati, due dinamici personaggi molto popolari e importanti imprenditori nel campo del food in un tour che li porterà a cucinare nelle mense animate da anni da realtà parrocchiali per i meno abbienti. Cosi gli chef Crescenzo Scotti, Domenico Iavarone e Michele De Leo cucineranno un menù stellato a sei mani, utilizzando prodotti del territorio forniti dalle aziende partner dell’iniziativa, che sarà servito nei giorni 21, 25 e 28 maggio nelle mense sociali di Torre del Greco, Napoli e Pompei. Francesco Albanese – attore e regista, una delle colonne portanti del programma “Made in Sud” – e Ciro Torlo – modello e attore, ex Mister Italia – interverranno in tali occasioni per salutare i presenti.

Alfonsina Longobardi ha deciso così di convogliare gli sforzi che l’associazione “Tra Cielo e Mare” avrebbe dovuto profondere per l’organizzazione di “Cenando sotto un cielo diverso”, evento di beneficenza che si sarebbe dovuto tenere nel mese di giugno, per aiutare persone che versano in condizioni precarie.

Dotati di mascherina, guanti e con ogni precauzione sanitaria dettata dall’emergenza per il Covid-19, gli chef prepareranno i pasti per coloro che si siederanno ai tavoli della mensa della parrocchia di S. Antonio di Padova (Torre del Greco), del centro polifunzionale “Binario della Solidarietà” di Napoli e della mensa della “Casa del Pellegrino” di Pompei.

Grazie alla collaborazione dell’associazione “Tra Cielo e Mare” e il dott. Ciro Langella, ricercatore in ambito medico nel campo della Nutraceutica – si è sviluppato un impegno effettivo nel rendere funzionali una vasta gamma di prodotti alimentari che risultano così in grado di apportare benefici ai consumatori, migliorandone lo stato di salute. Alcuni di questi alimenti saranno serviti assieme ai piatti cucinati dagli chef stellati.

Avatar

Scritto da Redazione