POZZUOLI / Sulle strisce blu il sindaco apre alle proposte della cittadinanza

ausiliari_traffico_strisce_blu_parcheggio
Il provvedimento della Giunta comunale di Pozzuoli sugli stalli di sosta “Piano e Disciplina della sosta” deliberato il 2 luglio 2014 è andato a regolamentare un settore diventato delicato col tempo, come già visto con il piano traffico nella parte relativa al Centro storico. Delicato anche perché soffre le carenze strutturali di una città in trasformazione, non solo fisica ma anche sociale, tra trasporti che non danno garanzie e un’offerta cittadina di lavoro oramai quasi scomparsa. Proprio per questo sono state previste le stesse modalità di attuazione del piano traffico, con una fase di avvio sperimentale, modulata in singoli provvedimenti sindacali che, a seconda dei risultati, diventeranno fissi o meno.
Il sindaco Vincenzo Figliolia ha sentito le esigenze di prendere in considerazione le istanze provenienti dalla cittadinanza propositiva, scrivendo una lettera: “Mi rendo conto che le limitazioni rappresentano “lo zoccolo duro” della disciplina della circolazione veicolare, ma è altrettanto vero che una circolazione senza regole in aree come quelle urbane, molto esigue e prive di spazi proporzionati al crescente numero di veicoli, determina solo caos e pregiudizio al benessere fisico e psichico dei cittadini – spiega Figliolia – [..] non sono abituato ad innamorarmi dei progetti messi in campo e, pertanto, sono disponibile a ricercare soluzioni migliorative nel caso se ne verificasse la necessità – afferma il sindaco – Mi piacerebbe, però, portare a compimento il piano approvato con serenità, monitorare nel tempo l’efficacia o la non efficacia, esaminare con gli addetti ai lavori le eventuali proposte correttive che dovessero pervenire dalla collettività. Mi piacerebbe che detto piano non fosse oggetto di prese di posizione di taluni che antepongono l’interesse personale a quello collettivo e che, pertanto, non potrebbero mai essere oggetto di attenzione da parte di questa Pubblica Amministrazione. Ben vengano, dunque, proposte costruttive conclude – tese a rendere questa città più ordinata e a migliorare la vivibilità di noi tutti. Non mi sottrarrò di certo al confronto aperto e leale per le scelte significative da assumere nell’interesse esclusivo della cittadinanza tutta”. Un gesto positivo che non può essere sminuito da chi, come qualche consigliere comunale, per legittimare il proprio ruolo preferirebbe che tali discussioni restino bloccate nelle stanze comunali.
Noi accogliamo l’apertura e indirizzeremo suggerimenti come il frazionamento per la prima ora, l’eliminazione della limitazione di un’auto a famiglia per l’abbonamento, l’estensione dell’abbonamento al parcheggio multipiano, etc. e invitiamo i cittadini a fare altrettanto per migliorare la regolamentazione affinché non renda impossibile o vessatorio il possesso di un’auto. Mezzo che, in un territorio dove la situazione sui mezzi pubblici è disastrosa, diventa uno strumento essenziale di lavoro. Sicuri che con la partecipazione e l’intensificazione dei controlli, soprattutto sul fronte del parcheggio abusivo, la regolamentazione può portare buoni frutti.

Avatar

Scritto da Sandro Izzo


Classe 1988, vive da sempre a Pozzuoli, nella frazione di Lucrino. Laureando in Giurisprudenza all'università Federico II di Napoli. Dal 2010 scrive per "L'Iniziativa" ed è parte del direttivo dell'associazione. Brevi esperienze anche presso "Il Roma" ed il "portale Retenews24". Dal maggio 2013 al novembre 2015 in carica come rappresentante nel Forum Giovani di Pozzuoli.