Pozzuoli, tunnel Corvara: incivili scoperti a sversare rifiuti e linciati sul web

“Finalmente siamo riusciti a intercettare e sanzionare due incivili dopo che avevano sversato abusivamente rifiuti nel tunnel di Monte Corvara. I nostri agenti di polizia municipale hanno posizionato delle speciali macchine fotografiche nelle banchine di sosta che ci hanno permesso di individuare, per il momento, queste due persone, delle quali mostriamo le loro malefatte. Da tempo il tunnel viene preso sistematicamente di mira dagli incivili che vi abbandonano di tutto ed è ora che questo scempio finisca. L’azione di controllo continua e la polizia municipale sta rintracciando già altri trasgressori”. Sono le parole del sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, che ha commenta l’attività di controllo messa in campo dagli agenti diretti dal comandante Silvia Mignone.  Il vicesindaco e assessore all’Ambiente del Comune di Pozzuoli Fiorella Zabatta ha aggiunto che “queste fotocamere rimarranno nel tunnel e saranno posizionate anche in molti altri punti della città. I malfattori devono capire una volta per tutte che se sversano a Pozzuoli abusivamente saranno ripresi e severamente perseguiti dalla legge”.
Le immagini risalgono al mese di agosto e sono state diffuse sul web nella giornata di oggi, venerdì 7 settembre, scatenando – sopratutto sulla pagina fb istituzionale del sindaco Figliolia – centinaia di commenti contro gli autori del gesto da parte di utenti e cittadini. I due incivili sono incappati nell’occhio delle Macchine cosiddette “Fototrappole” installate in prossimità delle piazzole di sosta. Gli obiettivi sono dotati di sensori che ad ogni piccolo movimento scattano foto. Attraverso una scheda “sim dati” presente nelle macchine, le immagini vengono poi inviate su una mail della polizia municipale. Nella prima foto si vede una donna, risultata poi residente a Pozzuoli, che scarica due bustoni neri, all’interno dei quali sono stati rinvenuti i residui di una festa di compleanno fatta probabilmente alla figlia. Nella seconda immagine, l’incivile di turno è un cittadino di Napoli che, servendosi di un camioncino, trasporta e abbandona una culla di legno smontata.
L’auspicio è che questi sistemi tecnologici siano di aiuto per contrastare e mettere alla pubblica gogna altri atti e comportamenti, che danneggiano con varia gravità la pubblica salute o i beni comuni, dagli scarichi abusivi in zone di periferia al vandalismo fine a se stesso contro il decoro di strade e piazze del Centro Storico.
Avatar

Scritto da Redazione