PALLANUOTO/ Al Passetto di Ancona prima sconfitta in campionato per lo Sporting Flegreo

(FOTO di PAOLO VISONE)

Ad Ancona contro il Vela Nuoto arriva il primo stop in campionato per il Flegreo reduce da due vittorie consecutive. Una sconfitta su cui pesa una settimana di lavoro difficile, condizionata dalle molte assenze a causa dei problemi influenzali che hanno di fatto colpito gran parte dell’organico di coach Koinis;  senza la giusta preparazione tecnica ed atletica alla gara, la squadra ha sofferto di scarsa lucidità proprio nei momenti topici della partita, consentendo alle anconetane di avere la meglio nei minuti finali di gioco.

LA PARTITA – Nonostante il precario stato di forma, il Flegreo lotta fino ai secondi finali, contro un avversario ostico da affrontare e dotato di buone individualità. Dopo un primo quarto di assoluto equilibrio, con Tortora che per due volte riprende gli accenni di fuga delle marchigiane, il Vela Nuoto prova a piazzare l’allungo nei secondi 8 minuti di gioco, ma prima un gol di Loffredo e poi uno splendido intervento di Izzo su tiro di rigore consentono alle puteolane di andare al cambio panchine sul meno.  Nel terzo quarto cominciano ad affiorare tra le fila del Flegreo i primi segni di stanchezza che consentono all’Ancona di piazzare in controfuga il massimo vantaggio del +3. Ma un Flegreo mai domo continua a crederci, riuscendo a sopperire alla stanchezza con una grande determinazione. In apertura di ultimo quarto Tortora riporta il Flegreo sotto di due e nonostante i ripetuti tentativi di allungo delle marchigiane, prima Loffredo e poi Anastasio con una splendida palomba consentono al Flegreo di vivere gli ultimi minuti di gara a stretto contatto con le avversarie. Sull’8 a 6 la grande occasione fallita per le ragazze di Koinis di portarsi fino al -1 quando sul cronometro mancavano ancora 2’ di gioco. Scampato il pericolo, il Vela va a segno per due volte allungando fino al +4. Nonostante il risultato ormai compromesso, il Flegreo lotta anche negli ultimi secondi di gioco, riuscendo con una doppietta di Mele a ricucire il passivo fino al 10-8.

SI GUARDA AVANTI – “La sconfitta è un elemento imprescindibile nello sport così come della vita – ha dichiarato il tecnico della squadra di Monterusciello Koinis. L’importante è essere bravi ad imparare dagli errori e lavorare per migliorarci ogni giorno. Le ragazze hanno provato fino alla fine a restare in contatto con il match, ma ha prevalso la stanchezza e la scarsa lucidità a causa di una settimana di lavoro condizionata dalle molte assenze per l’attacco influenzale che ha colpito gran parte della squadra”.

Domenica a Monterusciello arriva la Roma Vis Nova, formazione reduce da due sconfitte ma in crescita rispetto alle prime uscite stagionali. Per il Flegreo un’ottima occasione per riscattare il piccolo passo falso di Ancona e riprendere il proprio cammino in campionato.

Cosma Vela Ancona 10 – 8 Sporting Club Flegreo

(2-2, 2-1, 2-0, 4-5)

Cosma Vela Ancona: Borghetti, Strappato, Olofsson-Loo, Stevelli 1, Ferretti, Mirleni, Di Martino, Ciampichetti 3, Scoccia, De Matteis 1, Altamura 5, Quattrini, Andreoni. All. Pace M.

Sporting Club Flegreo: Izzo, Di Fraia, Mele 2, Parisi, Altieri, Loffredo 2, Micillo, Tortora 3, Di Palma, Savino, Dirupo, Anastasio 1, Lepori. All. Koinis.

Antonio Lucignano

Scritto da Antonio Lucignano


Puteolano, classe ’87, aderisce al progetto politico de L’Iniziativa nel settembre del 2009. Laureato in Industria Culturale e Comunicazione Digitale all’Università La Sapienza di Roma, si occupa di comunicazione e social media marketing. Legato ai Campi Flegrei ed orgoglioso delle sua identità culturale.