L’ANNUNCIO / Residenze per 300 studenti universitari “fuori sede” a Pozzuoli: apertura prevista a Maggio

Lezioni-all'aperto-9A maggio dovrebbe essere inaugurata a Pozzuoli la residenza universitaria di via Carlo Rosini. E’ questa l’importante novità emersa dall’incontro tenuto dal sindaco Vincenzo Figliola con il professor Sergio Sciarelli, presidente della Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’infanzia, proprietaria della struttura che sarà capace di accogliere 300 studenti universitari provenienti dalla Federico II.

UNA LUNGA STORIA – I lavori di ristrutturazione dell’edificio sono stati caratterizzati da gravi ritardi: iniziati nel 2001, l’inaugurazione era prevista per l’anno accademico 2007/2008, ma lungaggini burocratiche e l’interruzione per alcuni anni delle attività di rifacimento hanno protratto nel tempo l’apertura della struttura. Quello di via Carlo Rosini è un complesso sviluppato su quattro piani e dotato di una biblioteca, una sala musica, cucine e strutture sportive. Situata vicino al centro storico (alle spalle del Cinema Sofia), la residenza accoglierà gli studenti maggiormente meritevoli in base ai bandi di concorso, provenienti, oltre che dalle altre province della Campania, anche da località situate fuori Regione. Un’affluenza di giovani studenti che potrebbe vivacizzare la vita socio- culturale della città di Pozzuoli (e non solo), che è chiamata a predisporsi per raccogliere queste nuove esigenze.

OPPORTUNITA’ PER POZZUOLI E I CAMPI FLEGREI – Grande soddisfazione per il sindaco Figliolia, che coglie nell’arrivo di 300 studenti sul territorio un’opportunità di sviluppo per il territorio: “Pozzuoli, che possiede un grande patrimonio culturale e che punta ad essere città dell’accoglienza, è lieta di poter ospitare giovani universitari e di contribuire in qualche modo alla formazione di nuove figure professionali, di cui il nostro Paese ha veramente bisogno. Questa zona di Pozzuoli – continua il sindaco Figliolia – diventerà un vero e proprio centro culturale, visto che il complesso residenziale sorge a poca distanza dall’antica rocca del Rione Terra e dal Polo Culturale, che ha sede nel cinquecentesco palazzo Toledo, dove è ubicata la nostra Biblioteca comunale già frequentata da numerosi studenti».

ANCHE QUESTO E’ CITTA’ DELL’ACCOGGLIENZA – L’arrivo di centinaia di studenti nella città di Pozzuoli rappresenta un’occasione importante, un’opportunità da cogliere per perseguire quel nuovo modello di città flegrea cui ha fatto riferimento in diverse occasioni lo stesso sindaco Figliolia. Questi che seguono sono anni decisivi per la città di Pozzuoli, e conseguentemente per tutti i Campi Flegrei, momenti in grado di indirizzare lo sviluppo economico e sociale del territorio anche per le prossime generazioni e capaci di innescare il tanto atteso rilancio economico. Pozzuoli, infatti, oltre ad essere interessata da importanti opere infrastrutturali, come la costruzione della bretella tangenziale-porto, nei prossimi giorni vedrà comparire nel centro storico i cantieri del PIU Europa, lavori di ristrutturazione che cambieranno l’aspetto della città, contribuendo a creare i presupposti per una trasformazione radicale del territorio. Una serie di avvenimenti che lasciano auspicare una decisa inversione di rotta, un’accelerata in grado di favorire un nuovo modello di città, in ottica flegrea, capace di mettere al centro la sua “naturale” vocazione di città dell’accoglienza, riuscendo finalmente a valorizzare l’ immenso patrimonio storico, archeologico e naturalistico ed elevare il livello dell’attuale tessuto economico, imprenditoriale e lavorativo presente sul nostro territorio.

Antonio Lucignano

Scritto da Antonio Lucignano


Puteolano, classe ’87, aderisce al progetto politico de L’Iniziativa nel settembre del 2009. Laureato in Industria Culturale e Comunicazione Digitale all’Università La Sapienza di Roma, si occupa di comunicazione e social media marketing. Legato ai Campi Flegrei ed orgoglioso delle sua identità culturale.