Il writing per la prima volta live al mercatino di Monterusciello: un successo

10

FOTO DI PAOLO VISONE

Ridare luce alla periferia, credere nei talenti locali, combattere l’inciviltà con il writing. L’associazione Noi Re(si)siamo Qui – Pozzuoli e alcuni writer del territorio, hanno voluto trasmettere questo messaggio stamattina, mercoledì 16 aprile, al mercatino di Monterusciello. Dalle 9.30 fino alle 13.00 sono stati realizzati circa dieci metri di graffiti, tutti fatti da giovani artisti della zona. Da un lato, quindi, far conoscere quella che è una vera e propria forma d’arte, troppe volte rimasta nascosta nel buio dell’illegalità, dall’altro accogliere positivamente il regolamento che l’amministrazione comunale, dopo la proposta del Forum dei Giovani, sta predisponendo per gli artisti.

Ben nove artisti armati di pannelli e bombolette spray hanno deliziato gli occhi delle centinaia di cittadini che affollano il mercato rionale di Monterusciello. Tantissime le persone che si sono fermate, hanno chiesto spiegazioni ed hanno apprezzato i disegni dei writer, fatti al momento tra la folla. Monterusciello e i suoi cittadini confermano tutte le nostre aspettative per diventare un megaquartiere artistico. In modo coraggioso immaginiamo una periferia artistica, dove sarebbe più gradevole all’occhio girare per strada e vedere opere d’arte sulle mure cittadine. Pensiamo che questo potrebbe essere un buon punto d’inizio per la riqualificazione del magaquartiere popolare. Rendere Monterusciello patria della street art può attrarre artisti di calibro internazionale.

Liberare l’arte per farla godere a tutti. Ormai non si contano le capitali europee che hanno fatto della street art una vera e propria forma di riqualificazione urbana. È per questo che, consapevoli dei regolamenti fondamentali e necessari che sono al vaglio al comune, sollecitiamo l’amministrazione Figliolia affinché il sogno di una periferia colorata diventi finalmente realtà.

Avatar

Scritto da Redazione