Turismo naturalistico, ecco il nostro progetto per creare opportunità di lavoro al Montenuovo

bcvx
Il turismo naturalistico è un’occasione per i Campi Flegrei, ma sono ancora troppi gli ostacoli alla fruizione e valorizzazione dei siti ambientali. Per il Montenuovo la nostra associazione ha presentato una proposta di regolamento, insieme a numerosi operatori del settore, per favorire visite guidate ed escursioni, in modo da creare opportunità di lavoro per le guide ambientali autorizzate, in piena trasparenza, a parità di condizioni per tutti, fermo restando il libero ingresso per i cittadini e senza costi per l’Ente pubblico comunale.

Il problema è che oggi qualsiasi attività svolta all’interno dell’Oasi oggi deve essere gratuita. La situazione è paradossale: si vieta di lavorare. L’ipotesi di regolamento è stata illustrata agli amministratori di Pozzuoli. Un progetto che ora ci preme illustrare, diffondere e far conoscere alla cittadinanza. Un progetto che chiediamo agli organi comunali di discutere e approvare al più presto, ognuno per quanto di propria competenza, a cominciare dalla commissione regolamenti.

LA FINALITA’ – Nell’ambito del più complessivo progetto di rendere Pozzuoli una città dell’ospitalità e dell’accoglienza in un’ottica flegrea, i siti naturalistici presenti sul territorio vanno valorizzati e messi a reddito a partire dai singoli Comuni che ne dispongono, regolamentando sia la fruibilità da parte di cittadini e visitatori, sia l’erogazione di servizi ad opera di soggetti privati autorizzati.

DOVE – I primi luoghi investiti da questo progetto sono il Montenuovo e il Lago d’Averno, con particolare riferimento all’Oasi naturalistica e al lungolago.

A CHI E’ RIVOLTO – Il progetto si propone espressamente di favorire operatori locali e guide ambientali nello svolgimento di attività economiche e lavorative nel settore del turismo naturalistico e del tempo libero, ecologicamente sostenibili e nel rispetto delle normative vigenti. A tal fine, è necessario definire in modo certo “chi può fare cosa” su aree naturali per le quali il Comune di Pozzuoli è nelle condizioni di esercitare la propria azione di indirizzo e regolamentazione.

IL MONTENUOVO 

L’oasi Naturalistica del Montenuovo oggi è accessibile ai visitatori dalle 9.00 fino ad un’ora prima del tramonto (nei giorni festivi fino alle 13.00). Tuttavia, un’ordinanza sindacale del 4/06/2009 (la n. 22326, denominata “Fruizione Oasi di Montenuovo”) impedisce espressamente che si tengano visite guidate o escursioni a pagamento.

Alla libera fruizione da parte dei cittadini occorre affiancare quindi la possibilità di organizzare, promuovere e tenere visite guidate ed eventi che premino il lavoro delle guide naturalistiche e ambientali, soprattutto giovani, e arricchire l’offerta ai visitatori. Va creato un sistema semplice e ben definito nelle competenze, ispirato ai criteri di trasparenza, sburocratizzazione e liberazione delle risorse umane.

Al Comune di Pozzuoli resterebbero gli oneri di manutenzione ordinaria, vigilanza, promozione territoriale, oltre al compito di recepire la prenotazione delle visite e la calendarizzazione degli eventi con l’impiego dei propri uffici e senza costi aggiuntivi. Agli operatori è fatto obbligo di rispettare i requisiti e le indicazioni previste dal Comune ed è fatta loro salva l’autonomia di decidere le forme sociali ed imprenditoriali con le quali operare nel rispetto di tutti gli oneri fiscali e contributivi previsti dalla legge.

Il regolamento dell’Oasi prevederebbe, a titolo di esempio, i limiti di un max di 200 visitatori al giorno, il diritto di precedenza secondo l’ordine di prenotazione, la presenza di una guida ogni 25 visitatori, l’obbligo di agevolare con un prezzo ridotto le scolaresche delle scuole dell’infanzia, medie inferiori e superiori.

GARANTRE LA PROFESSIONALITA’ – Condizione fondamentale per lo svolgimento di attività di visite ed escursioni è che queste si svolgano con l’utilizzo di personale riconosciuto come guida ambientale e naturalistica, per la quale il Comune di Pozzuoli può predisporre un apposito registro comunale, da aggiornare con periodicità, a seguito di richiesta e relativa certificazione della guida, con controllo e verifica annuale dei requisiti richiesti. Sarà cura della scuola, dell’associazione, dell’agenzia turistica, dell’operatore privato imprenditoriale o della persona fisica e/o giuridica che promuove la visita, riferire il giorno, il numero di visitatori e i nominativi delle guide coinvolte, in modo da verificare in tempi certi e brevi la disponibilità del sito, prenotare e calendarizzare la visita o l’evento escursionistico.

LA FIGURA DELLE GUIDE AMBIENTALI – Per l’individuazione dei soggetti effettivamente abilitati a svolgere attività professionale di guida ambientale e naturalistica il Comune di Pozzuoli può fare riferimento all’attuale quadro normativo nazionale in materia. In Campania, in mancanza di una legge regionale al riguardo, è demandato alle associazioni professionali (nel caso, l’AIGAE, al momento l’unica riconosciuta nel settore dal Ministero dello Sviluppo economico) riconoscere lo status di guida ambientale tramite iscrizione e autoregolamentare l’esercizio delle attività, definire il codice deontologico, attestare l’iscrizione del professionista all’associazione e garantire la sua qualificazione professionale.

L’ITINERARIO MONTENUOVO – LAGO D’AVERNO – La fruibilità dell’oasi del Montenuovo al fine di organizzare e promuovere servizi turistici è legata, dal punto di vista geografico e tematico, all’attrazione rappresentata dal Lago d’Averno e al suo vasto patrimonio ambientale. Nel percorso del lungolago è possibile aprire nuovi spazi di servizio turistico e dell’accoglienza, consistenti nel noleggio di bici, al quale può aggiungersi il noleggio di barche a remi, a basso impatto ambientale ed entro limiti per non pregiudicare l’equilibrio ecosistemico. Questi servizi vanno affidati preferibilmente con il sistema di gara ad evidenza pubblica, e con lo studio e previsione di indici e criteri tesi a favorire l’occupazione giovanile sul territorio.

a cura dell’associazione L’Iniziativa

Dario Chiocca

Scritto da Dario Chiocca


Classe '78, è tra i fondatori de L'Iniziativa, di cui è presidente. Puteolano, risiede nel quartiere di Monterusciello dall'infanzia. Laureato in Giurisprudenza, impegnato da sempre sulle questioni sociali, dal 2010 è avvocato presso il Foro di Napoli e svolge la sua attività professionale nel campo nel diritto civile e del lavoro.