RIONE TERRA / Visite gratuite al percorso archeologico prolungate fino al 25 aprile

12319657_10206939362956571_248269740_n“Il percorso archeologico sotterraneo del Rione Terra potrà essere visitato gratuitamente ancora per un mese, in attesa di trovare gli idonei strumenti organizzativi necessari per la prosecuzione di questa valida e interessante esperienza di utilizzazione di un bene culturale di straordinario valore storico-archeologico”. A renderlo noto è il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia dopo la disponibilità manifestata dalla Soprintendenza Archeologia della Campania e soprattutto dalle organizzazioni che fino ad oggi hanno gestito la fruibilità del sito e i flussi di visitatori, vale a dire: Pro Loco Pozzuoli, Mediterraneo Service, Turismo e Servizi, Agesci e Masci.
Il rapporto di collaborazione proseguirà sempre secondo le condizioni e le modalità del protocollo d’intesa sottoscritto il 23 ottobre 2015 per l’attuazione del progetto “Tra Terra e Mare – All’origine del gusto”. In questo modo sarà garantita la continuità nella fruibilità del percorso archeologico, così come annunciato nei giorni scorsi dal sindaco Figliolia, e resta in campo la questione di realizzare al più presto l’apertura strutturale e a pagamento, con lo scopo di creare reddito e opportunità di lavoro.
A partire da domani, dunque, e fino al 25 aprile, sarà possibile visitare il sito nei giorni di sabato, domenica e festivi. Per accedervi occorrerà prenotarsi telefonando dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 12, ai numeri 081 19936286 – 19936287, oppure recarsi il sabato e la domenica presso l’Infopoint al Rione Terra dalle 9 alle 17.

 

Martina Brusco

Scritto da Martina Brusco


Nata a Napoli nel 1996, residente a Pozzuoli. Studentessa di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale. Entra a far parte dell’associazione e testata giornalistica “L’Iniziativa – Voce Flegrea” nel 2014, con il desiderio di coniugare la passione per il giornalismo e la politica all'impegno sociale sul territorio.