POZZUOLI, Rione Terra / Il Comune si prepara alla consegna della parte completata. A fine settembre riapre il percorso archeologico – FOTO

cop

NELLE FOTO DA 1 a 4, MOMENTI DEL CONVEGNO TENUTO L’8 SETTEMBRE.

NELLE FOTO DA 5 A 10 LA VISITA AGLI SCAVI ARCHEOLOGICI CON L’AUSILIO DEL PERCORSO MULTIMEDIALE. (Foto di Paolo Visone e Enzo Tafuto)

_____

La novità più immediata è che il percorso archeologico del Rione Terra riaprirà da fine settembre fino agli inizi di gennaio, in via sperimentale con l’ausilio di innovative tecnologie e supporti multimediali, tutti i sabati e le domeniche e sarà visitabile gratuitamente, grazie al finanziamento di un progetto presentato in Regione da Comune di Pozzuoli e Soprintendenza dei Beni Archeologici di Napoli e Provincia.

Ma l’obiettivo più importante è fissato tra circa un anno, nell’autunno 2016: riuscire a mettere a bando con una gara internazionale la parte completata del Rione, circa il 60 per cento degli immobili, dopo che il Consorzio la consegnerà nella piena disponibilità del Comune di Pozzuoli, che ne è il proprietario. Parte del Rione che, secondo l’indirizzo già assunto dall’Ente locale nel 2002, è destinata ai primi 180 posti letto, ma anche a botteghe, edifici pubblici e in particolare a due musei, uno civico e l’altro diocesano.

Di tutto questo si è discusso martedì 8 settembre nella Cattedrale del Rione Terra, nel corso del convegno organizzato dalla Fondazione Promo Pa e voluto dal Comune dal titolo “Dalla rinascita della Cattedrale alla Valorizzazione del Rione Terra”; un’ottima occasione per capire e confrontarsi, alla quale hanno partecipato tanti cittadini desiderosi di capire e di concorrere attivamente a questo processo con proposte e osservazioni, tra cui anche noi della redazione e dell’associazione L’Iniziativa. Durante l’incontro, cittadini, professionisti, esperti del settore turistico, magistrati e rappresentanti delle Istituzioni, tra cui la Soprintendenza e il Mibact, hanno evidenziato, tra i tanti aspetti della complessa vicenda, l’esigenza di realizzare studi di fattibilità economico-finanziari, individuare forme di tutela giuridica adeguate al progetto e giungere ad un centro decisionale che sia di supporto al gestore, preferibilmente unico.

Prossima tappa di questo percorso è la promozione del Rione Terra, l’8 e il 9 ottobre, al Lubec di Lucca, l’incontro internazionale dedicato allo sviluppo e alla conoscenza della filiera beni culturali – tecnologie – turismo.

_____

IL NOSTRO CONTRIBUTO AL DIBATTITO – INTERVENTO DI DARIO CHIOCCA, PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE E TESTATA GIORNALISTICA “L’INIZIATIVA”

Avatar

Scritto da Redazione