Pozzuoli/ Nuovo allarme camorra, a Monterusciello è guerra tra bande

Un nuovo incendio di natura dolosa ha distrutto tre auto, uno scooter e danneggiato pesantemente una palazzina delle case popolari in via Libero Bovio al lotto 14. Terrore e paura per i residenti, sorpresi dalle fiamme nel cuore della notte. Come accaduto 3 giorni in Via Reginelle, nell’agglomerato di periferia tra Monterusciello e Licola, i roghi hanno colpito auto o sono avvenuti nei pressi di abitazioni di personaggi ritenuti vicini ad ambienti della criminalità organizzata. Secondo gli inquirenti questi episodi sono riconducibili a una nuova guerra tra bande per il controllo delle attività illecite sul territorio di Pozzuoli, ovvero gestione delle piazze di spaccio, racket e parcheggi abusivi. Ancora una volta il principale campo di battaglia è Monterusciello.

A confermare l’allarme sono le parole del Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia: “Pare che l’incendio sia di natura dolosa. E’ il secondo episodio nel giro di pochi giorni, dopo quello di sabato notte in località Reginelle, che mette a repentaglio la sicurezza dei cittadini. E’ un fenomeno preoccupante e allarmante, sul quale sono sicuro che le forze dell’ordine e la Magistratura presteranno la stessa attenzione manifestata fino ad oggi con azioni puntuali e il conseguimento di importanti risultati nella lotta contro la criminalità.” Il primo cittadino, come sempre in questi casi, si rivolge anche alla cittadinanza: “Mi appello anche ai cittadini: chiunque conoscesse particolari o fosse testimone di azioni o movimenti sospetti lo riferisse senza esitazione alle forze dell’ordine, anche in forma anonima. Uniti si vince, come dimostrato fino ad oggi. Assieme alle forze dell’ordine e alla Magistratura dobbiamo continuare a mantenere alta la guardia sul territorio. Società civile, associazioni, amministrazione, consiglio comunale: tutti dobbiamo fare la nostra parte e collaborare per il bene della comunità contro la microcriminalità e la camorra”.

Avatar

Scritto da Redazione