POZZUOLI / La raccolta differenziata è stata estesa in tutti i quartieri. A Licola apre una nuova isola ecologica

diffPozzuoli è tra i comuni più virtuosi della provincia di Napoli nella raccolta differenziata dei rifiuti. E’ questo il dato significativo che emerge dalla consultazione dei numeri pubblicati sul sito ufficiale dei comuni “ricicloni” della Campania. Lo smaltimento differenziato dei rifiuti, infatti, ha raggiunto quasi l’80%, mentre la media annuale si assesta sul 70%. Una percentuale destinata ad aumentare ulteriormente visto che nei giorni scorsi Pozzuoli ha finalmente eliminato gli ultimi contenitori grigi dell’indifferenziato dalle strade, estendendo il porta a porta all’intero territorio comunale. L’ultima zona ad essere servita dal processo virtuoso di smaltimento dei rifiuti è stata l’area di Pozzuoli alta: il territorio di via Solfatara con le sue traverse limitrofe, infatti, è stata l’unica zona del territorio comunale dove era possibile conferire spazzatura indifferenziata e per un lungo periodo i residenti della zona hanno visto il conferimento di rifiuti provenienti da cittadini indisciplinati di zone prossime e distanti e ristoratori inadempienti.

Le percentuali attestano il lavoro di un’amministrazione che fin dal primo giorno di insediamento ha assunto il tema dello smaltimento dei rifiuti tra i primi punti dell’agenda politica. Una priorità dettata dal ricordo delle tragiche giornate della crisi dei rifiuti, ultime delle quali quelle del 2011, giorni in cui la città di Pozzuoli fu tra le più colpite e martoriate del territorio napoletano e che segnarono l’anno zero da cui ripartire per avviare finalmente quel ciclo virtuoso di smaltimento di rifiuti che ci porta oggi a evidenziare dati così confortanti.

Un ruolo determinante per raggiungere risultati così esaltanti in un arco di tempo relativamente breve è stato quello svolto dalla quattro Acp, le Aree Comunali Presidiate destinate alla ricezione dei rifiuti recuperabili e dislocate nelle aree della città con più alta intensità abitativa: una a Pozzuoli in via Vigna, una a Toiano in via Lucilio e due a Monteruscello, quella di via Saba e quella di via Levi. Quest’ultima attualmente non più operativa perché presente nella zona adiacente il centro commerciale e dunque pertinenza di un bene in alienazione. Risale a pochi giorni la notizia dell’apertura di una nuova “area di conferimento” a Licola Borgo, nell’area dell’ex Opera Nazionale Combattenti e che vedrà lo smaltimento di materiale riciclabile. Tuttavia, nonostante Pozzuoli sia ormai diventata un esempio virtuoso nello smaltimento dei rifiuti, è compito dell’amministrazione proseguire in un’opera di informativizzazione della cittadinanza e, soprattutto, in un contrasto a quella parte della popolazione ancora indisciplinata e che si ostina a trasgredire le norme da seguire per non ostacolare il normale ciclo di smaltimento dei rifiuti. Molto spesso, infatti, si assiste a cumuli di rifiuti depositati fuori orario all’esterno delle Aree Comunali Presidiate, talvolta anche di non pertinenza della zona, e che creano mini discariche a cielo aperto.

Intanto, l’amministrazione ha riaperto i termini per partecipare al bando per il compostaggio domestico, che permette di trattare in casa i rifiuti organici e di avere agevolazioni sulla tassa dei rifiuti. Il termine ultimo per partecipare è il 14 novembre 2014. Le domande dovranno essere consegnate a mano o tramite poste al Protocollo Generale del Comune in via Tito Livio al Rione Toiano.

Antonio Lucignano

Scritto da Antonio Lucignano


Puteolano, classe ’87, aderisce al progetto politico de L’Iniziativa nel settembre del 2009. Laureato in Industria Culturale e Comunicazione Digitale all’Università La Sapienza di Roma, si occupa di comunicazione e social media marketing. Legato ai Campi Flegrei ed orgoglioso delle sua identità culturale.