Monteruscello Fest, uniti per la ricerca scientifica

Aziende private, associazioni e amministrazione comunale: tutti uniti per sostenere la ricerca scientifica per le “Malattie senza diagnosi”. Sarà il quartiere puteolano di Monterusciello, più precisamente Piazza De Curtis, ridenominata Piazza Agro City, il teatro dell’evento che vede insieme circa 100 tra chef stellati, pizzaioli, artigiani del gusto e artisti. L’appuntamento è fissato lunedì 12 settembre, a partire dalla ore 19.00. I promotori sono i fratelli Testa dell’attività “Punto Nave”, insieme all’azienda vivaistica Tammaro, che è capofila della RTI che ha preso in concessione i terreni oggetto di riqualificazione del progetto di rigenerazione urbana MAC.

L’evento, che vede il patrocinio del Comune di Pozzuoli, è completamente NO PROFIT. Tutto il ricavato della serata sarà infatti devoluto al programma “Malattie senza diagnosi” della Fondazione Telethon coordinato dal Tigem (Istituto Telethon di Genetica e Medicina di Pozzuoli). Tra gli chef presenti, ci saranno anche il bistellato Gennaro Esposito e gli stellati Angelo Carannante, Peppe Aversa, Domenico Iavarone, Luigi Salomone, Francesco Sodano. Tra gli artisti ospiti della serata, Fatima Trotta e il cantante Sal Da Vinci.

In considerazione dell’intento benefico, all’evento si potrà accedere con un biglietto acquistato on line (www.monteruscellofest.it), direttamente ai botteghini in piazza o in alcuni punti vendita autorizzati (Quarto Nuovo, Punto Nave, Pizzaingrammi. Sulle pagine social dell’evento è raccogliere maggiori info e contatti). La donazione minima per ricevere il biglietto è di 30 euro, che comprende oltre l’ingresso, la consumazione a tutti gli stand presenti.

“Siamo orgogliosi – hanno dichiarato gli organizzatori Daniele e Simone Testa – di poter fare qualcosa nel quartiere che ospita la nostra attività. Riteniamo che le imprese abbiano il dovere di valorizzare le città in cui si trovano e di agire anche a livello sociale. Oltre ad aiutare la ricerca scientifica per le malattie senza diagnosi, con il Monteruscello Fest vogliamo promuovere le valenze agroalimentari locali, a cominciare dal pomodorino cannellino. Siamo certi che tutti insieme, operatori e professionisti del settore, sponsor privati e amministrazione pubblica, possiamo far emergere le realtà positive del comprensorio flegreo, dai prodotti della terra alle attività produttive”.

Nel corso della conferenza stampa, tenuta a Palazzo Migliaresi al Rione Terra, alla quale hanno partecipato tra gli altri il sindaco di Pozzuoli Luigi Manzoni, il responsabile del MAC Arch. Agostino Di Lorenzo e il coordinatore del partenariato MAC dr. Stefano Grasso, è stato sottolineato il legame tra questa iniziativa e lo sviluppo del Monterusciello Agro City, intrapreso dal 2017 con una prima fase sostenuta dall’Unione Europea. L’obiettivo di fare nel tempo di Monterusciello un quartiere della città di Pozzuoli dalla rinnovata identità produttiva e green, trova ora ulteriore opportunità nei fondi PNRR per la forestazione dei terreni abbandonati, che può affiancarsi alla riconversione agricola già avviata.

N.b. Nella foto, un momento della conferenza stampa di presentazione a Palazzo Migliaresi al Rione Terra di Pozzuoli.

Scritto da Dario Chiocca


Classe '78, è tra i fondatori de L'Iniziativa, di cui è presidente. Puteolano, risiede nel quartiere di Monterusciello dall'infanzia. Laureato in Giurisprudenza, impegnato da sempre sulle questioni sociali, dal 2010 è avvocato presso il Foro di Napoli e svolge la sua attività professionale nel campo nel diritto civile e del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.