Le linee guida sull’acquisto e lo shopping durante la #fase2

Dal 4 maggio, nell’ambito della cosiddetta “Fase 2” dell’emergenza Covid 19, è prevista una lenta e graduale ripresa delle attività commerciali. Dopo le librerie, le cartolerie e l’edilizia pubblica già avviati il 27 aprile, la riapertura toccherà ai cantieri privati, al commercio all’ingrosso, ai bar e ai ristoranti per attività di ristorazione da asporto e ai giardini e parchi pubblici con ingressi contingentati. Bisognerà attendere il 18 maggio per l’apertura dei negozi al dettaglio e per l’accesso ai musei. Per i parrucchieri e centri estetici, il via libera è previsto il 1° giugno. A stabilirlo è il decreto del 26 aprile. Nonostante l’allentamento delle misure restrittive, con la possibilità di visita ai congiunti e l’obbligo di distanziamento sociale e mascherine, disponibili senza iva e al prezzo calmierato di 0,50 cent, continuano ad essere alcune delle misure necessarie al fine di ridurre la diffusione del contagio.

Tra annunci, smentite e conferme, lentamente, cominciamo ad affrontare la difficile sfida della “convivenza con il virus”, durante la quale bisognerà mantenere alta l’attenzione ed essere estremamente prudenti, rispettando le regole dettate dal Ministero della Salute che, in vista dell’imminente ripresa dello shopping, ha indicato le linee guida da seguire sia per i clienti sia per gli esercenti, per limitare (ribadiamo ancora una volta) il rischio epidemico, “file rouge” di questa nuova, caotica condizione.

Vademcum per gli acquisti in sicurezza – #restiamoinsieme è l’hashtag lanciato dal Ministero della Salute per garantire gli acquisti in sicurezza ai tempi di Covid19. Le misure di prevenzione ed igiene da seguire, sono aggiornate al 29 aprile.

Per i clienti :

  • 1. SPESA A DOMICILIO Verifica la possibilità di farti portare la spesa a casa ordinando al telefono o via internet.
  • 2. REGOLARITA’ Fai la spesa solo una volta alla settimana, delegando a un solo membro della famiglia tale compito.
  • 3. LISTA Prepara una lista della spesa per velocizzare gli acquisti e ridurre i tempi di attesa di tutti.
  • 4. MASCHERINE Utilizza le mascherine negli ambienti chiusi e dove non è possibile il distanziamento interpersonale di almeno un metro.
  • 5. DISTANZA Mantieni sempre la distanza di almeno un metro dagli altri clienti e addetti alla vendita.
  • 6. GUANTI Indossa guanti “usa e getta” in particolare in caso di alimenti e bevande.
  • 7. IGIENE DELLE MANI Pulisci le mani con gel igienizzante messo a disposizione prima e dopo l’uso dei guanti.

Per gli esercenti:

  • 1. DISTANZA Assicurare il mantenimento di un metro di distanza interpersonale in tutte le attività.
  • 2. PULIZIA DEI LOCALI Garantire l’igiene ambientale con una frequenza di almeno due volte al giorno.
  • 3. ARIA Mantenere un’adeguata aerazione naturale e il ricambio d’aria.
  • 4. IGIENE DELLE MANI Mettere a disposizione gel igienizzante per la disinfezione delle mani (in particolare accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento).
  • 5. MASCHERINE Utilizzare le mascherine negli ambienti chiusi e dove non sia possibile il distanziamento sociale.
  • 6. GUANTI Usare guanti “usa e getta” nelle attività di acquisto, in particolare in caso di alimenti e bevande.
  • 7. INGRESSI DILAZIONATI Accessi regolamentati e scaglionati secondo le seguenti modalità: attraverso ampliamenti delle fasce orarie per locali fino a 40 metri quadrati può accedere una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori per locali di dimensioni superiori a 40 metri quadrati, l’accesso è regolamentato in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita.
  • 8. INFORMAZIONI Dare adeguata comunicazione alla clientela per garantire il distanziamento in attesa di entrare.

Comincia la fase 2 in piena emergenza sanitaria. Il senso di responsabilità dei cittadini sembra essere l’unico punto di riferimento che, ancora una volta, farà la differenza. In un modo o in un altro.

A cura di Vania Cuomo

Avatar

Scritto da Redazione