Coronavirus/ Bar, pub, ristoranti e mercati della Campania chiusi fino al 14 aprile

L’annuncio dalla pagina istituzionale della Regione Campania. Il governatore De Luca conferma la sua linea di “anticipare” le misure nazionali, nei limiti di quanto consentito per ragioni di tutela della salute. Dopo la proroga al divieto di uscire da casa per i cittadini fino al 14 aprile (tranne che per motivi di lavoro, salute o urgenza), quasi inevitabile la scelta di tener chiusi le attività dei “pubblici esercizi”. In attesa che le stesse restrizioni siano prolungate anche dal Governo, in tutto o in parte il territorio nazionale.

IL PROVVEDIMENTO – Con decorrenza immediata e fino al 14 aprile 2020, ferme restando le misure statali e regionali vigenti, con riferimento al territorio regionale della Campania sono adottate le seguenti misure:

  • a) sono ulteriormente sospesi le attività e i servizi di ristorazione, fra cui pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, anche con riferimento alla consegna a domicilio;
  • b) i supermercati e gli altri esercizi di vendita di beni di prima necessità possono effettuare consegne a domicilio soltanto di prodotti confezionati e da parte di personale protetto con appositi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale);
  • c) è vietato lo svolgimento di fiere e mercati per la vendita al dettaglio, anche relativi ai generi alimentari. Sono esclusi dal divieto i negozi che si trovano nelle aree mercatali.
Avatar

Scritto da Redazione