CicloTurismo nei Campi Flegrei, convegno a Pozzuoli per la mobilità sostenibile

Si è tenuto questa mattina, nella splendida cornice di Palazzo Toledo a Pozzuoli, il Campi Flegrei Bike Forum 2019,  che promuove la mobilità sostenibile nei Campi Flegrei. E’ stata un’occasione di confronto, promossa dall’associazione Percorsi Cumani, tra cittadini, associazioni di cicloamatori ed istituzioni. Hanno infatti partecipato rappresentanti dei comuni dell’area flegrea e della città metropolitana, tra i quali gli assessori Maria Teresa Moccia di Fraia e Roberto Gerundo per Pozzuoli, l’assessore Francesco Escalona per Monte di Procida, il vice sindaco del Comune di Quarto Giuseppe Martusciello, il delegato al turismo della Città Metropolitana di Napoli Elena Coccia, il presidente del tavolo di mobilità ciclistica del comune di Napoli  Luca Simeone. Erano inoltre presenti esponenti sia dell’imprenditoria locale, tra cui Agostino La Rana consigliere di Federalberghi Campi Flegrei, sia del Museo Archeologico dei Campi Flegrei, con il Funzionario Responsabile Pierfrancesco Talamo.

Le istituzioni hanno concordato circa la necessità di offrire, nell’ambito di una proposta di rivalutazione del territorio, la possibilità di un “turismo lento”, come definito dall’assessore di Fraia, che coniughi ambiente e archeologia. Una rete, quindi, che coinvolga più comuni e che necessita di fondi, attualmente a disposizione dalla Città Metropolitana, come spiegato dal delegato Coccia, su presentazione di progetti specifici da parte degli enti  istituzionali coinvolti. Un percorso che sia soprattutto archeologico e che coinvolga le principali attrazioni turistiche del territorio. In questo senso, Talamo ha espresso le difficoltà che riguardano non solo l’approvazione di un percorso cicloturistico ma anche quelle di un buon collegamento con i mezzi di trasporto pubblici, da coadiuvare in un progetto più ampio di mobilità sostenibile. Si è parlato anche dell’ideazione di una app, da parte di Federalberghi, di bike-sharing che coinvolga le strutture ricettive e che permetta ai turisti di noleggiare in loco la bicicletta e di poterne usufruire in postazioni differenti.

Il dibattito e l’attenzione conseguente si sono resi possibili grazie agli organizzatori dell’evento, l’associazione Percorsi Cumani, e le altre intervenute, tra le quali la FIAB e La Rotta di Enea. Una prospettiva importante che premia la bellezza del nostro territorio,  valorizzando le ricchezze del patrimonio archeologico e paesaggistico, in un’ottica ecosostenibile.

Anna Emanuele Pareto

Scritto da Anna Emanuele Pareto


Classe 1985, puteolana, risiede nei Campi Flegrei. Medichessa, da sempre interessata alle problematiche del suo territorio.