Bacoli / Consiglio comunale rinviato a lunedì 4 novembre per mancanza di numero legale. All’ordine del giorno c’è anche l’emergenza ambientale.

IMG_9141

Atteso Consiglio comunale a Bacoli. Questo l’ordine del giorno, comunicato dal Presidente Nello Savoia: riduzioni e le esenzioni per la Tarsu; l’approvazione del regolamento per la pubblicità della situazione patrimoniale dei titolari di cariche elettive e di governo del Comune di Bacoli; il conferimento del servizio di raccolta, spazzamento e trasporto dei rifiuti alla Flegrea Lavoro SpA. Ma a tenere banco potrebbe essere soprattutto l’ultimo punto al titolo “Problematica ambientale”.

Il tema è particolarmente ampio e sentito, ed in questo momento assorbe inevitabilmente le attenzioni, le paure, ma anche le proposte legate all’emergenza “terra dei fuochi”, smaltimento illecito dei rifiuti tossici e necessarie bonifiche, come dimostrato anche in occasione della recente manifestazione del 19 ottobre con un corteo dal Fusaro a Torregaveta. Proprio a Bacoli, già nel 2008 (in data 18 aprile 2008) il Consiglio comunale di Bacoli approvò all’unanimità la delibera n. 18. La delibera, contenente 10 punti, tra cui l’impegno del Comune a “richiedere ai Carabinieri del N.O.E. – Caserma di Napoli Piazza Garibaldi l’adozione del programma SITA per il monitoraggio delle terre da Torregaveta a Cuma inclusi i laghetti”. L’attuazione concreta di quella delibera è ancora oggi invocata da più parti, soprattutto dai consiglieri e dalle forze politiche di opposizione. Anche la cittadinanza, non solo bacolese ma di tutto il territorio flegreo, è ora più che mai attenta e vigile sull’operato (o sul non operato) degli amministratori locali in tema di emergenza ambientale, affinché nulla venga più omesso o intentato.

AGGIORNAMENTO, venerdì 1 nov.

Quello che sarebbe dovuto essere un importante momento di confronto e di assunzione di responsabilità da parte delle Istituzioni locali, è andato a vuoto. La seduta del consiglio comunale prevista in prima convocazione giovedì 31 ottobre, non si è tenuta per mancanza di numero legale. Il giorno dopo, i consiglieri di opposizione puntano il dito sui colleghi di maggioranza che sostengono la Giunta Schiano e diffondono la loro versione dei fatti.

Secondo il Pd di Bacoli, i consiglieri di minoranza (C. Giampaolo, F. Macillo, C. Mancino, J. G. Della Ragione, A. Schiavo, successivamente anche N. Castaldo) sarebbero usciti dall’aula per evidenziare le assenze nella maggioranza (presenti 10 su 14) innanzi una problematica così importante; addirittura, giunto alle 18,05 un undicesimo consigliere di maggioranza, il Presidente del Consiglio Comunale Nello Savoia avrebbe invitato il segretario a procedere all’appello dei presenti per aprire il Consiglio, mezzora dopo il termine stabilito dal Regolamento; ragion per cui i consiglieri del Pd contattavano i Carabinieri (poi giunti sul posto) per bloccare insieme ai colleghi d’opposizione del gruppo indipendente, questo “Non-Consiglio, le cui delibere non sarebbero state comunque legittime, fatto intollerabile se rapportato alla gravità degli argomenti in esame”.

I consiglieri comunali di opposizione hanno poi occupato l’aula e tenuto un’assemblea pubblica sulla problematica salute con i cittadini presenti alla quale i consiglieri Pdl, il presidente del Consiglio, gli assessori ed il sindaco, invitati ad intervenire, non hanno inteso partecipare.

L’appuntamento ora è rinviato a lunedì 4 novembre, alle ore 18.00 sempre presso la sala Ostrichina del Fusaro. E gli appelli alla partecipazione si fanno ancora più accorati.

Avatar

Scritto da Redazione