Stato di agitazione dei lavoratori al Centro Osiride di Casoria

Centro Osiride di Casoria, il Sindacato CISL FP attraverso i suoi rappresentanti chiede chiarezza alla dirigenza circa il future del centro. In particolare, viene contestato il trasferimento dei pazienti attualmente allocati presso la struttura di Casoria alla residenza “Casa Impresa Benessere” di Arzano. La richiesta di sospensione di tale provvedimento comunicata dal sindacato è motivata dalle possibili gravi ripercussioni sui livelli occupazionali degli operatori del Centro Osiride, che in assenza di un regolare affidamento del centro di Arzano e quindi la non applicabilità della clausola sociale di assorbimento inserita nella gara come obbligo del vincitore, sono destinati al licenziamento. In attesa di risposte concrete da parte della direzione sanitaria la CISL FP ha proclamato lo stato di agitazione di tutto il personale del centro Osiride, appellandosi al Prefetto per evitare anche ripercussioni sull’ordine pubblico per la rabbia e l’esasperazione dei lavoratori, che vedono in pericolo il proprio posto di lavoro.

Avatar

Scritto da Redazione