SPORT E NON SOLO- Pallanuoto femminile/Uno Sporting Club Flegreo bello a metà cade a Pescara

10928578_10205278680280444_1746922955_n
Arriva la seconda sconfitta stagionale per il setterosa di Antracite che nella delicatissima trasferta di Pescara regala due quarti alle avversarie e torna a casa con una pesante sconfitta in termini di classifica. Le pallanuotiste di Pescara inibiscono le atlete del Flegreo nei due quarti iniziali, chiudendo i primi sedici minuti di gioco in vantaggio per 9 a 2. Iniziano bene le pallanuotiste verdeblu che dopo essere passate in svantaggio, ribaltano in punteggio con due reti in rapida successione di Vitiello e Fabiana Anastasio. Ma la reazione del Pescara è veemente e con grande impeto atletico hanno un’ottima reazione d’orgoglio portandosi in pochi secondi sul 3 a 2. A questo punto della gara il Flegreo potrebbe sfruttare l’uomo in più e riportarsi in carreggiata, ma le atlete di Lignano non riescono ad andare a segno. Il Pescara si scatena e con Di Berardino e Di Claudio si porta a tre lunghezze di vantaggio. Il 6 a 2 di Invernizzi nel minuto finale indirizza ulteriormente l’inerzia della partita. Il leitmotiv della gara non cambia nella seconda frazione di gioco e le pescaresi incrementano di altre due reti il bottino di vantaggio andando in rete con De Vincentiis e Ranalli. Il Flegreo ha due occasioni di uomo in più, ma le atlete di Monterusciello non riescono a trovare la solita brillantezza di gioco e sprecano in malo modo. A pochi secondi dalla fine Ranalli mette a segno il 9 a 2 che sembra spegnere definitivamente l’ardore delle Flegree. Ma la reazione d’orgoglio delle pallanuotiste di Antracite negli ultimi due quarti lascia ben sperare per il prosieguo del campionato: dopo aver subito l’ennesima rete, lo Sporting si scuote e prima va a segno con Fabiana Anastasio e poi fallisce un rigore con Ferrone. Il 10 a 4 porta la firma di Mele, ma il gol nel finale di De Vincentiis ci riporta sul meno 7. L’avvio dell’ultimo quarto è molto nervoso e giocato con grande fisicità: tre espulsioni in rapida successione rendono la partita tesa e il gioco interrotto in più di un’occasione. In quest’ultima frazione di gioco il Flegreo ci mette la grinta e la determinazione giusta ed affronta le avversarie senza il timore dei primi quarti. È a questo punto che esce fuori il talento delle pallanuotiste flegree che prima vanno a segno con Ferrone e poi per due volte con Roberta Anastasio. Ma ormai il tempo a disposizione per provare la clamorosa rimonta è ridotto al minimo e per il Flegreo arriva un’amara sconfitta. Con i tre punti ottenuti, il Pescara supera in classifica il Flegreo e si proietta nella zona calda della classifica, candidandosi prepotentemente nella lotta ai play off. Per lo Sporting Club adesso giunge il turno di riposo e le atlete di Antracite hanno due settimane di tempo per ricompattarsi e ritrovare le giuste energie fisiche e mentali. L’obiettivo stagionale è quello di agguantare il treno dei play off ripartendo dall’ultimo quarto giocato a Pescara dove le Flegree hanno dimostrato il giusto carattere e il talento necessario per continuare a perseguire la corsa alle fasi finali della stagione

Pescara: Mattioni, Scurti, D’Anteo, Invernizi 1, Ranalli 3, Di Berardino 2, Dei Rocini, Di Claudio 1, Di Marco, De Vincentiis 4, Colletta, Perna, Travaglini. All. Paolo Ragosa.

Sporting Club Flegreo: Noro, Di Fraia, Mele 1, Campese, Ferrone 1, Loffredo, Vitiello 1, D’Oriano, F. Anastasio 2, Altieri, Di Rupo, R. Anastasio 2, Izzo. All. Lignano Antracite.

Parziali: 6-2; 3-0; 2-2; 0-3

Ufficio Stampa Sporting Club Flegreo
Antonio Lucignano 3478631454
segreteria@sportingclubflegreo.it

Antonio Lucignano

Scritto da Antonio Lucignano


Puteolano, classe ’87, aderisce al progetto politico de L’Iniziativa nel settembre del 2009. Laureato in Industria Culturale e Comunicazione Digitale all’Università La Sapienza di Roma, si occupa di comunicazione e social media marketing. Legato ai Campi Flegrei ed orgoglioso delle sua identità culturale.