Trasporti flegrei/Dal 14 giugno riprende il servizio Cumana. Vetrella annuncia nuovi soldi per le infrastrutture

dsc_475818

Dal prossimo Sabato 14 giugno, con l’entrata in funzione di un nuovo elettrotreno, sarà ripristinato il servizio sull’intera tratta Torregaveta – Montesanto, con corse ogni 20 minuti –  informa il sindaco di Bacoli Ermanno Schiano. Con la ripresa dell’anno scolastico, il servizio sarà quindi erogato strutturalmente con corse ogni 20 minuti essendo i provvedimenti adottati di carattere permanente e non limitati al solo periodo estivo“.
Questo l’annuncio dopo la Conferenza congiunta dei capigruppo dei consigli comunali di Bacoli, Pozzuoli e Monte di Procida con il presidente dell’Eav Nello Polese, dopo l’emergenza che durava dal 3 giugno, già accaduta a dicembre 2013, che ha visto ferme le corse da Torregaveta a Montesanto.

Proprio a dicembre l’assessore regionale a Trasporti ed Infrastrutture Sergio Vetrella stilò un cronoprogramma che prevedeva per il mese di giugno 15 unità di trazione. Ma alla fine del mese di maggio è lo stesso assessore a pubblicare tristemente la riduzione delle unità (diciamo vagoni)
alla cifra di 9, cosa che ha reso impossibile garantire il servizio per i cittadini flegrei. “Nella seconda settimana di luglio entrerà in funzione un ulteriore elettrotreno che consentirà una maggiore regolarità nell’erogazione del servizio anche in caso di eventuali avarie” comunica ancora il sindaco bacolese.

Nel frattempo però l’assessore Vetrella annuncia qualche giorno prima l’imminente sblocco di cantieri, grazie all’Accordo di Programma a cui manca solo la sottoscrizione dei Ministeri per Sviluppo Economico, per le Infrastrutture e Trasporti.
Le risorse sono attinte dal Fondo Sviluppo e Coesione 2007 – 2013 e non sono investimenti che rientrano nel Patto di Stabilità. E sono:

– Ferrovia ex Sepsa – Bretella di collegamento tra le linee Cumana e Circumflegrea Soccavo – Mostra – Tratta Soccavo – Monte Sant’Angelo, Parco San Paolo, Terracina per un importo di 73 milioni e mezzo;

– Collegamento tra via Campana della tangenziale di Napoli con rete viaria costiera e porto Pozzuoli per un importo di 73 milioni e 780 mila.

– Completamento 1° lotto/1° stralcio nuova stazione di Baia per un importo pari a 7 milioni e 432 mila;

– Sistema trasporto intelligente in Campania (ACAM) per un importo di 24 milioni e 800 mila;

Su quest’ultima voce, che dovrebbe riguardare una rete informativa intelligente per poter garantire un’informazione chiara sui servizi è lo stesso Vetrella a specificare: “Oltre agli interventi prettamente infrastrutturali – precisa Vetrella – desidero evidenziare l’inserimento del finanziamento di oltre 24 milioni di euro per lo sviluppo del Sistema Intelligente di trasporto, il cui impiego comporterà di fatto un incremento delle risorse destinate ai servizi di Trasporto pubblico locale“. Soldi che quindi finiranno all’Eav dopo i 200 milioni  già versati (secondo quanto riferito da Vetrella) dalla Regione Campania per ripianare il debito della Holding del trasporto pubblico campano?

Avatar

Scritto da Sandro Izzo


Classe 1988, vive da sempre a Pozzuoli, nella frazione di Lucrino. Laureando in Giurisprudenza all'università Federico II di Napoli. Dal 2010 scrive per "L'Iniziativa" ed è parte del direttivo dell'associazione. Brevi esperienze anche presso "Il Roma" ed il "portale Retenews24". Dal maggio 2013 al novembre 2015 in carica come rappresentante nel Forum Giovani di Pozzuoli.