Scuole in Campania, screening obbligatorio per il personale scolastico

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha ufficializzato, nel comunicato stampa del 7 settembre, la data d’inizio dell’anno scolastico 2020-2021: il 24 settembre tutti in classe. Per riaprire le scuole in sicurezza, obbligatorio lo screening per il personale scolastico. Lo stabilisce l’ordinanza n.70 della Regione Campania, firmata l’8 settembre: “tutto il personale, docente e non docente, delle scuole ed istituti scolastici di ogni ordine e grado della regione Campania è fatto obbligo ove residente nella regione Campania, di segnalarsi al proprio Medico di medicina generale ovvero al Dipartimento di prevenzione della ASL di appartenenza al fine di sottoporsi al test sierologico e/o tampone e di esibizione dei relativi esiti al proprio Dirigente scolastico, che esercita le funzioni di Datore di lavoro nelle scuole statali, ovvero, per le scuole paritarie, al Datore di lavoro; ove residente in regione diversa dalla Campania, di segnalarsi al proprio Dirigente scolastico (che esercita le funzioni di Datore di lavoro nelle scuole statali), ovvero, per le scuole paritarie, al Datore di lavoro, al fine di sottoporsi al test e/o del tampone a cura del servizio sanitario regionale”. Le disposizioni, si legge nell’ordinanza, “non si applicano ai soggetti che comprovino al proprio Dirigente scolastico-ovvero, per le scuole paritarie, al Datore di lavoro- di aver effettuato, anche su base volontaria, test sierologico e/o tampone diagnostico in data non anteriore al 24 agosto 2020, con esito negativo “. Ai Dirigenti scolastici, ovvero, per le scuole paritarie, ai Datori di lavoro il compito di comunicare alle ASL di riferimento, entro il 21 settembre, “che tutto il personale sia stato sottoposto a screening, segnalando eventuali soggetti che risultino ancora non controllati”.

CALENDARIO SCOLASTICO 2020/2021 . Precedentemente era stato pubblicato il calendario del nuovo anno scolastico che fissa, per tutti gli ordini e i gradi d’istruzione e per i percorsi formativi, per il 24 settembre 2020 l’inizio delle lezioni e per sabato 12 giugno 2021 il termine, per un totale previsto di n. 201 giorni di lezione, ovvero di n. 200 giorni di lezione qualora la festività del Santo Patrono ricada in periodo di attività didattica. Nelle scuole dell’infanzia le attività educative terminano mercoledì 30 giugno 2021. Le attività didattiche sono sospese per festività nazionali fissate dalla normativa statale i seguenti giorni:

tutte le domeniche;

il 1° novembre, festa di tutti i Santi;

l’8 dicembre, Immacolata Concezione;

il 25 dicembre, Natale;

il 26 dicembre, Santo Stefano;

il 1° gennaio, Capodanno;

il 6 gennaio, Epifania;

il lunedì dopo Pasqua;

il 25 aprile, Anniversario della Liberazione;

il 1° maggio, Festa del Lavoro;

il 2 giugno, festa nazionale della Repubblica;

la festa del Santo Patrono (se ricade in periodo di attività didattica).

Le attività didattiche sono, altresì, sospese i seguenti giorni:

il giorno 2 novembre 2020, commemorazione dei defunti;

il giorno 7 dicembre 2020, ponte dell’Immacolata;

dal 23 al 24 dicembre 2020, dal 28 al 31 dicembre 2020 e dal 2 al 5 gennaio 2021, vacanze natalizie;

il giorno 16 febbraio 2021, martedì di Carnevale;

dal 1° aprile al 3 aprile 2021 ed il 6 aprile 2021, vacanze pasquali.

Le celebrazioni sono confermate i seguenti giorni:

27 gennaio, designato dalla risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, come giornata in commemorazione delle vittime dell’olocausto e riconosciuto dalla Legge n. 211 del 7 luglio 2000 come “giorno della memoria” al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte;

10 febbraio, istituito con la legge 30 marzo 2004 n. 92, come giorno del ricordo, in commemorazione delle vittime dei massacri delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata; 19 marzo – “festa della legalità”, istituita dalla Regione Campania nel 2012 in ricordo dell’uccisione di don Peppino Diana, come giornata dell’impegno e della memoria.

A cura di Vania Cuomo

Avatar

Scritto da Redazione