POZZUOLI/Sbloccate le licenze al Centro Storico, rivisti alcuni limiti per i dehors

Novità per il commercio a Pozzuoli. Nel Consiglio comunale del 27 marzo sono state approvate sia le norme tecniche per il piano dehors che il  “Regolamento esercizi di somministrazione di alimenti.” Per quanto riguarda il piano dehors, sono state concesse le vetrate laterali (fino a 1,40, mentre prima erano precluse) per 6 mesi l’anno ed è stata reintegrata via san Paolo nella zona del Centro Storico, esclusa da modifiche deliberate due anni fa.
Con il regolamento si è invece finalmente posto fine al blocco delle licenze che durava dal 28 maggio 2013. Il blocco fu fatto proprio in previsione di una regolamentazione, nonostante molte difficoltà e un percorso che tra i passaggi di deleghe (Carlo Morra, Sandro Cossiga e infine il sindaco Vincenzo Figliolia) si è dimostrato tortuoso.

Attraverso i  “Parametri oggettivi e indici di qualità del servizio”, dettati dal decreto legislativo 59/2010 che fissa limitazioni e divieti e che prevede dei requisiti necessari per concedere nuove licenze, sono stati stabiliti i nuovi criteri per ottenere una licenza al centro storico, su standard più elevati rispetto al passato. Ci si muove su diverse direttive: decoro urbano, accessibilità, fruibilità, accoglienza, sostenibilità ambientale, qualità ambientale e sicurezza. Soprattutto su queste ultime tre, si punta dando punteggi più alti: tenuta dei locali di conservazione, elettrodomestici di classe A e A+, bassa rumorosità, autorizzazioni acustiche, canne fumarie, rinuncia ai giochi leciti (videopoker), bagni per disabili, wi fi free, menu in lingue diverse, etc. etc. Non mancano punti da approfondire, ma ad oggi questa proposta pone delle fondamenta importanti da cui partire. Se si considera che il piano dehors ha già visto 2 delibere di modifica, anche per questo regolamento si possono prevedere modifiche in itinere.

Foto di Enzo Tafuto

Avatar

Scritto da Redazione