POZZUOLI / Settimana di controlli e sanzioni da parte della polizia municipale

20140525_ff“Nell’ultima settimana, gli agenti della polizia municipale di Pozzuoli, coordinati dal comandante Silvia Mignone, hanno effettuato una serie di controlli e di azioni di contrasto alle illegalità sull’intero territorio comunale” – Lo riferisce un comunicato stampa del Comune di Pozzuoli. Chiaro il segnale che vuole giungere da parte dell’amministrazione: cambiato il comandante, l’attenzione non cala.  

I NUMERI DELLE OPERAZIONI – In particolare, sono stati controllati 30 autoveicoli adibiti a scuolabus, dei quali 5 sono stati contravvenzionati perché sprovvisti di licenza di noleggio comunale, 4 perché sprovvisti di assicurazione e un mezzo per difformità nella installazione di panche e sediolini.

Nel centro storico di Pozzuoli, invece, sono stati fermati 60 autocarri e mezzi pesanti ed elevati 20 verbali per divieto di circolazione e trasporto di merci pericolose, 2 per omessa revisione del veicolo, 5 perché senza copertura assicurativa, 2 per sorpassi pericolosi, 1 per guida senza patente e 1 perché il mezzo continuava a circolare pur se sottoposto a sequestro amministrativo.

Massicci sono stati poi i controlli e gli interventi straordinari di polizia stradale e amministrativa compiuti nelle ore serali e notturne di sabato scorso. I vigili urbani hanno accertato complessivamente 192 infrazioni al Codice della Strada e ritirato 4 patenti di guida. Inoltre sono stati identificati e contravvenzionati 15 parcheggiatori abusivi che effettuavano illecita attività in vari luoghi del territorio cittadino. Quella dei parcheggiatori abusivi resta la piaga sul nostro territorio in materia di legalità e principale preoccupazione per i cittadini, come confermano inchieste e campagne di ascolto, tra cui quella condotta recentemente dalla nostra redazione.

L’azione di contrasto alle illegalità ha portato, infine, al sequestro di 20 motocicli, alla verbalizzazione di un’attività di ristorazione per emissione sonora oltre l’orario consentito e al deferimento all’autorità giudiziaria di un giovane napoletano perché trovato alla guida del suo veicolo in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti.

Avatar

Scritto da Redazione