POZZUOLI/ In vigore il divieto di alcolici in vetro, il sindaco: “controlli intensificati”

Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, a tutela del decoro e della sicurezza urbana, ha disposto nuovamente il divieto di vendita di bevande alcoliche e analcoliche in contenitori di vetro dalle ore 21 alle ore 6 del giorno successivo sull’intero territorio comunale. L’ordinanza (la numero 98 del 22 maggio 2018) entra in vigore alle ore 24 di giovedì 24 maggio, e sarà valida tutti i giorni fino alle ore 24 di lunedì 29 ottobre 2018.

I titolari o gestori di esercizi pubblici, compresi gli stabilimenti balneari, i circoli e le associazioni private, e tutti i titolari di autorizzazioni per il commercio o la somministrazione di alimenti e bevande, hanno il divieto di somministrare, vendere o cedere a terzi, anche per asporto o attraverso distributori automatici, bevande alcoliche e non alcoliche in contenitori di vetro di qualsiasi forma o dimensione. Il divieto non è valido nei dehors o plateatici esterni autorizzati annessi ai pubblici esercizi, nelle sale da pranzo e negli spazi destinati agli avventori. L’ordinanza impone anche il “divieto di consumo” delle stesse bevande in vetro su tutte le aree pubbliche e sempre dalle ore 21 alle ore 6 del giorno successivo. Ai trasgressori sarà applicata una sanzione pecuniaria da 25 a 500 euro. Per due violazioni consecutive, gli esercenti rischiano la sospensione dell’attività da tre a quindici giorni. Resta invariato il divieto di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche ai minori, la cui violazione è punita con sanzione amministrativa pecuniaria da 250 a 1.000 euro.
Il sindaco Figliolia ha commentato con un post sul suo profilo istituzionale fb che la misura “negli anni ha rappresentato un argine all’incuria e al degrado, limitando anche i fenomeni di violenza e vandalismo. Aggiungendo che “saranno intensificati i controlli grazie all’impiego delle telecamere di videosorveglianza e al servizio degli agenti di polizia municipale in borghese. Come sempre – ha concluso il Primo cittadino – contiamo anche sulla collaborazione dei cittadini e dei titolari delle attività commerciali. 
Avatar

Scritto da Redazione