Nuovi lavori a Villa Ferretti, 700mila euro per la struttura del bene confiscato

E’ stato pubblicato dal Comune di Bacoli l’avviso per l’affidamento dei lavori di messa in sicurezza e recupero del complesso immobiliare “Villa Ferretti”. SI tratta forse del più noto e simbolico bene confiscato alla camorra dei Campi Flegrei, già in passato oggetto di investimenti per milioni di euro, purtroppo ancora inutilizzato. Il valore del nuovo intervento, concentrato sull’immobile della Villa che affaccia al mare, questa volta è di circa 700mila euro. “Vogliamo che dopo il parco ed il teatro pubblico anche la struttura sia finalmente aperta alla città”. Questo il commento del Sindaco Josi Della Ragione. Secondo l’amministrazione comunale, l’immobile, sottratto negli anni 90 a un esponente del clan Pariante e passato al patrimonio comunale nell’ormai lontano 2003, sarà un luogo strategico per il turismo culturale, poiché rappresenterà, collegata al Castello Aragonese ed al Museo Archeologico, la porta d’ingresso sulla Città Sommersa di Baia.

Il parco pubblico e la spiaggetta sono già fruibili ai cittadini. E fu proprio a fine agosto, in occasione della manifestazione di 3 giorni “Un mare di eventi a Villa Ferretti”, che fu annunciato un processo partecipativo per individuare la forma di gestione e di destinazione d’uso specifica del bene, in particolare della Villa.

Avatar

Scritto da Redazione