Luci sul Fusaro, un segnale per il rilancio del parco vanvitelliano di Bacoli

Questa sera è stato inaugurato nella villetta comunale del Fusaro, a Bacoli, il primo parco con le luci d’artista, in occasione delle feste natalizie. Grazie ad un apposito finanziamento sovracomunale è stato possibile “dare luce” all’area pubblica antistante la Casina Vanvitelliana. A breve, come annunciato dall’amministrazione comunale, seguirà analogo allestimento alla villetta del lago Miseno.

Tantissime le persone presenti, soprattutto famiglie e bambini. L’attrazione è rivolta soprattutto ai più piccoli, ma può diventare anche motivo di curiosità per visitatori e turisti. Il parco resterà aperto e illuminato per quasi due mesi, fino al 7 gennaio, dalle 8.00 alla mezzanotte, per ben 16 ore al giorno.

Nelle intenzioni del Comune, come dichiarato dal sindaco Josi Della Ragione, c’è il tentativo di porre le basi per un rilancio complessivo dell’area e del distretto Cuma-Fusaro-Baia. “Abbiamo firmato il protocollo con cui dodici associazioni del territorio, capeggiate dalla Proloco Città di Bacoli, che ci aiuteranno ad aprire la Casina Vanvitelliana – si legge sul profilo fb istituzionale del primo cittadino, che aggiunge: “stiamo preparando il bando per la gestione pubblico-privata dell’intero Real Sito Borbonico. E per la prima volta, la decisione sarà assunta in consiglio comunale. Per garantire la più ampia partecipazione della comunità alla scelta migliore per la promozione e cura del nostro patrimonio. Vogliamo che la bellezza che ci circonda torni a diventare ricchezza.” Un’attenzione, quella rivolta alle “periferie” del Comune di Bacoli, che assume ancora più valore considerando le gravi condizioni economiche derivanti dal dissesto, e che si concretizza con azioni mirate come la riqualificazione del sottopasso del Fusaro, grazie al contributo di volontari, che prevede la riattivazione delle telecamere, la verniciatura delle pareti e il ripristino dell’illuminazione.

(foto di Paolo Visone)

Avatar

Scritto da Redazione