LA STORIA/ “Valorizziamo Scampia”: un progetto che non deve morire

E’ fissata al 20 Settembre 2017 la scadenza ufficiale del progetto “Valorizziamo Scampia”, rete sociale nata nel 2012 con l’obiettivo di promuovere eventi ed attività finalizzati a migliorare la qualità della vita nel quartiere. Parla Antonio Lo Zopone, responsabile Progettazione e Formazione di “Valorizziamo Scampia”, il quale insieme a Vincenzo Vanacore, presidente della cooperativa sociale “L’Uomo e il Legno” – capofila di suddetta rete, descrive in maniera dettagliata l’ideologia e gli obiettivi alla base del progetto.

IL PROGETTO – A seguito della faida di Scampia e della sua militarizzazione, il Comune di Napoli decise di intervenire non più in maniera remissiva, bensì sociale, attraverso dunque interventi di tipo strutturale, affidati a due avvisi pubblici dall’importo di 475.000 euro, e sociale con l’accordo ottenuto con “Fondazione per il Sud”, ente no profit privato che promuove e finanzia lo sviluppo infrastrutturale sociale del Mezzogiorno, che ha portato alla nascita, appunto, di “Valorizziamo Scampia”, finanziato con altrettanti 475.000 euro.

LA VILLA COMUNALE – Tra gli obiettivi principali del progetto rientra la riqualificazione degli spazi pubblici, in particolare della Villa Comunale di Scampia, che per diversi anni, a seguito dell’annegamento di un giovane ragazzo, era rimasta chiusa per ragioni di sicurezza. Il 20 Dicembre 2013, primo evento pubblico di “Valorizziamo Scampia”, si è tenuta la 7° Festa dell’Inverno, durante la quale il cancello della Villa è stato simbolicamente riaperto. Da quel momento la Villa non ha smesso di ospitare eventi ed attività come laboratori ludo-didattici riguardanti diverse aree tematiche (alimentazione, agricoltura, ambiente e sostenibilità) rivolti non solo ai bambini, ma anche agli adulti e alle minoranze etniche.

IL CALENDARIO – Lo scorso anno il progetto ha promosso tantissimi eventi come il Scampia Music Fest, il Simposio di Arte Contemporanea e Stelle di Scampia, dove adulti e bambini hanno potuto osservare dal promontorio della villa le stelle e i pianeti della Via Lattea attraverso telescopi e l’aiuto di esperti astrofisici. Quest’anno non si è riusciti a stilare un vero e proprio calendario; gli eventi vengono tuttavia pubblicizzati volta per volta sul blog di Fondazione per il Sud (http://www.esperienzeconilsud.it/valorizziamoscampia/).

UN FUTURO INCERTO – Il 20 Settembre 2017 termina ufficialmente il progetto della rete sociale “Valorizziamo Scampia”: il territorio ritornerà, dunque, in gestione del Comune di Napoli, che purtroppo non ha nè i fondi nè i mezzi per poter sostenere la rinascita e la riqualificazione del quartiere. Si attende dunque la fine dell’estate per avere poter tirare le somme e sperare che le associazioni e le cooperative coinvolte possano continuare a raccogliere i frutti di tanto lavoro.

Amalia Cinquegrano

Scritto da Amalia Cinquegrano


Nata e cresciuta a Scampia, dopo la laurea in Lingue e Letterature Straniere ha trascorso diversi anni in giro per il mondo. Rientrata a Napoli per continuare gli studi per l'insegnamento delle lingue e dello yoga, dal 2017 collabora con l'Iniziativa.