Giornate FAI, aperture straordinarie agli scavi di Cuma e all’Accademia Aeronautica

Le giornate di Primavera del FAI-Fondo ambiente italiano, previste questo fine settimana sabato 24 e domenica 25 marzo, offrono come ogni anno, anche nei Campi Flegrei, suggestive opportunità di visite straordinarie in luoghi solitamente chiusi al pubblico. A Pozzuoli, per gli appassionati di archeologia sarà possibile accedere alla parte bassa degli scavi di Cuma e alla Crypta romana; mentre in via del tutto eccezionale saranno aperte ai cittadini le porte dell’Accademia militare Aeronautica della Solfatara.

CUMA – Il Parco Archeologico dei Campi Flegrei aderisce alle giornate FAI con un itinerario nella Crypta Romana e nella “Città bassa” di Cuma, quest’ultima ancora oggetto di studi e di scavi. Gli orari di apertura sono 9:00-17:40 (ultimo ingresso 16:30) per sabato 24; 9:00-18:40 (ultimo ingresso 17:30) per domenica 25. Nelle due giornate, l’ingresso al Parco archeologico di Cuma sarà gratuito per tutti i visitatori che avranno, inoltre, la possibilità di seguire le visite offerte dagli alunni.

Parteciperanno all’iniziativa alunni delle seguenti scuole: Istituto Comprensivo “8° Oriani-Diaz” di Pozzuoli; ISIS “Guido Tassinari” di Pozzuoli; Scuola Secondaria Statale di I grado “Giacinto Diano” di Pozzuoli; Istituto Comprensivo Statale “3° Gadda” di Quarto; Istituto Superiore Statale “Pitagora” di Pozzuoli; Istituto Comprensivo Pergolesi di Pozzuoli; Liceo Statale “Lucio Anneo Seneca” di Bacoli; il liceo “Ettore Majorana” di Pozzuoli sia l’indirizzo artistico che quello scientifico; Istituto Magistrale Statale “Virgilio” di Pozzuoli.

ACCADEMIA AERONAUTICA – Per accedere al sito i visitatori dovranno esibire un documento di riconoscimento, con visite previste dalle 9,30 alle 16,30 (ultima visita alle 16.00). Tra le aree di maggiore interesse, visitabili per l’occasione sempre accompagnati dagli “apprendisti ciceroni” di numerose scuole del napoletano, il Piazzale Medagli d’Oro, la Sala simulatori velivoli e quella motori.

Avatar

Scritto da Redazione