BACOLI / Sgomberato il bene confiscato alla camorra di via Silio Italico, finalmente la consegna ufficiale al Comune

untitledIl Comune di Bacoli ha acquisito al suo patrimonio oggi, 9 giugno 2016, il bene confiscato di Via Silio Italico, in zona Bellavista, appartenuto a persone ritenute affiliate al clan Pariante. Questa mattina è avvenuta l’operazione di sgombero coordinata dalla Prefettura, dalle forze dell’ordine (Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia Municipale di Bacoli) e dagli uffici comunali, al termine della quale l’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata, con provvedimento di destinazione prot. n. 25638, ha disposto il trasferimento, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, al patrimonio del Comune di Bacoli che, con delibera di G.C. del 11/11/2015 n. 298, aveva espresso la volontà di acquisirlo “per utilizzo a finalità sociali”.

Nel verbale viene riportato anche che “l’immobile si presenta in buone condizioni” e, per tale motivo, i rappresentanti dell’Agenzia Nazionale B.S.C. hanno, di fatto, consegnato, l’immobile (una villetta su due piani con giardino) al Comune.

Il bene era stato confiscato in primo grado nel 2004. La consegna giunge dopo anni di battaglie e di iniziative da parte di numerose associazioni e forze della società civile del territorio flegreo.  Il Sindaco di Bacoli Josi Gerardo Della Ragione ha annunciato la pubblicazione di un bando pubblico di idee per decidere sulla destinazione d’uso più precisa.

Adriano Ranalli

Scritto da Adriano Ranalli


Classe ’93, residente a Pozzuoli. Amante del confronto dialettico e della buona informazione, è membro de “L’Inziativa” per cui scrive dal novembre 2014. Laureato in Scienze Politiche dell’Europa e Strategie di Sviluppo, studia per lavorare nel campo della diplomazia.