Annuncio Eav: cantieri sbloccati, ci sono anche Cumana e Circumflegrea

L’annuncio è di poche ore fa sulla pagina fb dell’Eav, l’Ente che gestisce gran parte del trasporto pubblico in Campania. Alla presenza del Governatore della Campania Vincenzo De Luca, sono state firmate dal Presidente dell’EAV De Gregorio 10 transazioni con i maggiori concessionari dei lavori, bloccati da anni per contenziosi legali in corso. Concretamente, la firma di questi accordi dovrebbe consentire di riaprire sette cantieri, dieci considerando anche le stazioni.

I CANTIERI SBLOCCATI – 

1. Il nodo interscambio Piscinola – Scampia con la stazione di Melito.

2. La linea Piscinola – Secondigliano con le stazioni di Miano e Regina Margherita.

3. La linea Secondigliano – Di Vittorio

4. Circumflegrea: raddoppio tratto Pisani / Quarto

5. Infraflegrea (bretella tra cumana e circumflegrea, soccavo – montesantangelo – parco san paolo (nell’ambito del piano ex legge 887/84)

6. Infraflegrea (bretella tra cumana e circumflegrea, parco san paolo – terracina) (nell’ambito del piano ex legge 887/84)

7. Cumana – Nella tratta Dazio – Gerolomini spostamento dell’originaria sede ferroviaria totalmente in galleria. Raddoppio della linea.

La dirigenza dell’Eav rivendica il risultato con queste parole: “Le condizioni per l’accordo erano due. 1) Avere le risorse finanziarie 2) avere il coraggio di apporre una firma su questioni attenzionate presso ANAC, Corte dei conti, procura. Molto più comodo aspettare l’esito del giudizio che non firmare transazioni. Ma attendere vuol dire spendere di più e non dare risposte ai cittadini ed alle imprese.”

Il piano dei pagamenti è stato reso possibile, di fatto, dal trasferimento di 591 milioni di euro dalla Regione all’Eav, a seguito di transazione formalizzata in data 30.12.2016, che consente all’Eav di pagare a sua volta debiti a circa 630 imprese e 120 professionisti entro e non oltre l’ottobre 2019.

I dettagli del piano di interventi sono illustrati in questo documento pdf. Interessati da vicino è il territorio dei Campi Flegrei.

CIRCUMFLEGREA – L’intervento consiste nel raddoppio della tratta Pisani/Quarto Stazione. L’opera va inquadrata nell’ottica complessiva del raddoppio della ferrovia Circumflegrea con l’obiettivo di aumentare la capacità della linea con aumento di affidabilità e di robustezza del servizio. L’obiettivo è quello di dimezzare la frequenza dei treni da 20 a 10 minuti. In questo caso i lavori erano bloccati dall’agosto 2013. Dovrebbero riprendere nell’aprile 2017 e concludersi entro dicembre del 2019.

CUMANA – Nella tratta Dazio – Gerolomini è previsto lo spostamento dell’originaria sede ferroviaria totalmente in galleria. Nella tratta Gerolomini – Cantieri lo spostamento della linea verso l’interno prevede un nuovo tracciato, quasi interamente in galleria, tra Gerolomini e Vallone Mandria con la nuova stazione di Pozzuoli e dismissione dell’attuale linea all’aperto ubicata in prossimità della fascia costiera. Per questo intervento lo stop ai lavori risale ancora più indietro al 2011, la ripresa è prevista nel marzo 2017 e dovrebbe concludersi (il condizionale è sempre d’obbligo) nel marzo 2020.

Avatar

Scritto da Redazione