Valorizzazione ex Smom, c’è l’accordo tra Comune di Pozzuoli e Città Metropolitana

E’ una firma importante quella messa nella sede della Città Metropolitana di Napoli, nella giornata di ieri venerdì 17 febbraio. E’ stato sottoscritto, infatti, l’Accordo di Programma per la valorizzazione dell’ex Ospedale Militare di Pozzuoli (Smom), che diventerà una grande struttura ricettiva con annesso parco pubblico. Erano presenti il vicepresidente della Città Metropolitana David Lebro, il direttore regionale dell’Agenzia del Demanio Edoardo Maggini, la Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Napoli Adele Campanelli, il sindaco Vincenzo Figliolia e l’assessore al Governo del Territorio del Comune di Pozzuoli Roberto Gerundo.

Particolare soddisfazione è stata espressa dagli amministratori di Pozzuoli. «Valorizzare l’ex Smom è un’azione finalmente possibile – ha detto il sindaco Vincenzo Figliolia – Con questa firma abbiamo cancellato mezzo secolo di abbandono. Grazie alla collaborazione di tutti gli enti che hanno a cuore la nostra terra, in primis la Soprintendenza che con lungimiranza ha rilasciato una serie di pareri favorevoli e fondamentali per trasformare l’ex ospedale in una grande struttura ricettiva con parco pubblico. Questo significa sviluppo, lavoro, economia. Futuro».

«Questo è il primo accordo di programma in ambito nazionale su un’area fortemente vincolata in applicazione della legge Sblocca Italia – aggiunge l’assessore al Governo del Territorio Roberto Gerundo, che illustra anche quali saranno le prossime tappe. Ora l’atto dovrà essere ratificato dal Consiglio comunale, poi l’Agenzia del Demanio, proprietaria del complesso, farà il bando di evidenza pubblica per l’alienazione o per la concessione pluriennale dell’ex Smom».
Avatar

Scritto da Redazione