Vaccini in Campania: è il turno degli “over 60”, coinvolte anche le farmacie

Prosegue la campagna vaccinale nella regione Campania. Dal 10 aprile è il turno degli over 60 che possono prenotare la vaccinazione sulla piattaforma regionale al link: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino. Per prenotarsi, così come per le altre categorie, è necessario inserire i dati del vaccinando, ovvero il codice fiscale e il numero della tessera sanitaria e seguire la procedura indicata dal sito. La data, l’orario e la sede della vaccinazione saranno comunicati con un sms o e-mail forniti al momento della prenotazione sulla piattaforma.

Le vaccinazioni in Campania – Superata la quota di 1 milione di vaccinazioni (prima e seconda dose) effettuate in Campania, ad oggi. La categoria più vaccinata è costituita dagli over 80 con 300 mila somministrazioni, seguita dagli operatori sanitari con poco più di 200 mila inoculazioni. Il personale scolastico raggiunge quota 143 mila e per le forze armate si contano 15 mila vaccinazioni. A superare la fascia di età tra gli 80-89 anni è la non ben specificata categoria “altro” che conta 341.499 dosi somministrate.

Le farmacie: Sono 500 le farmacie di Napoli e provincia che hanno manifestato la propria disponibilità ad inoculare i vaccini anti Covid. “Ha aderito oltre il 65% delle farmacie nostre iscritte“, spiega Riccardo Maria Iorio, presidente di Federfarma Napoli. “Una percentuale altissima soprattutto se si considera che le farmacie aderenti sono quasi il triplo rispetto a quelle che stanno partecipando alla campagna di screening eseguendo i test rapidi in farmacia”. Le adesioni sono state trasmesse al neo commissario straordinario all’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo e in attesa della stesura di protocolli regionali, si sono già svolti incontri con i referenti della Regione Campania “con i quali c’è stata subito grande disponibilità operativa, rimodellando sulla campagna vaccinale le regole già sperimentate positivamente per potere eseguire i tamponi in farmacia, in modo da rispettare il distanziamento sociale e la sicurezza dei cittadini“, chiarisce Iorio. È già partita, inoltre, per i farmacisti la formazione a distanza obbligatoria per l’abilitazione alla somministrazione del vaccino in farmacia, organizzata dall’ISS (Istituto Superiore di Sanità). Le attività di prenotazione e di esecuzione dei vaccini verranno eseguite, da parte delle farmacie a cui è riconosciuta la remunerazione pari a 6 euro a vaccino, secondo i programmi di individuazione della popolazione target previamente definiti dalle autorità sanitarie competenti e seguendo i correlati criteri di priorità, si legge nell’accordo siglato lo scorso 29 marzo tra Federfarma, Assofarm, Governo, Regioni e Province Autonome.

La campagna di vaccinazione è la chiave per chiudere questa stagione così difficile”, twitta il Ministro della Salute, Roberto Speranza.

A cura di Vania Cuomo

Scritto da Vania Cuomo


Laureata in Filosofia. Appassionata di arte e viaggi, musica e supereroi. Sensibile alle tematiche medico-sanitarie alle quali si avvicina come autrice di fumetti prima, social media manager e blogger poi. Coniuga giornalismo e social per diffondere una corretta informazione. Certa che il cambiamento di cui il mondo necessita sia, prima di tutto, culturale.