Sorveglianza e allarme incendi, avviso pubblico del Comune di Pozzuoli rivolto al terzo settore

Pubblicata sull’albo pretorio del Comune di Pozzuoli una manifestazione d’interesse per “individuare soggetti del terzo settore disponibili allo svolgimento delle attività di ricognizione, sorveglianza, avvistamento e allarme per incendi boschivi sul territorio del comune di Pozzuoli”. La collaborazione è prevista fino al 30/09/2021, eventualmente prorogabile per l’anno successivo durante il periodo estivo, di grave pericolosità per gli incendi boschivi.

Sono previsti requisiti e condizioni molto specifiche. Il servizio, svolto dalle associazioni di volontariato, dovrà essere garantito tutti i giorni della settimana con la presenza di squadre composte di volontari e turni ben precisi. Possono partecipare solo le associazioni iscritte da almeno 6 mesi nell’elenco territoriale delle organizzazioni di volontariato di protezione Civile e che abbiano svolto attività di protezione civile in maniera costante e documentata negli ultimi 3 anni a supporto di Pubbliche amministrazioni, con almeno 15 volontari iscritti e dotate di mezzi, attrezzature e DPI idonei allo svolgimento delle attività richieste. Il Comune erogherà un contributo spese fino a 13.000 euro e c’è tempo fino a 7 giorni dalla pubblicazione dell’avviso, avvenuta il 28 giugno.

La tutela del patrimonio boschivo deve essere è una priorità dello Stato e della comunità dei cittadini. I nostri territori, come ampie regioni del Mondo vivono durante i mesi più caldi un’emergenza incendi che spesso assume i connotati di una guerra a tavolino, con gravi mancanze sul fronte degli interventi dello Stato e forti dubbi sulla natura e le finalità degli incendi stessi. L’estate del 2017, da questo punto di vista, raggiunse livelli che condussero il Presidente della Repubblica a parlare di “atto terroristico”. Ben vengano, dunque, anche da parte dei Comuni, iniziative dirette alla prevenzione e alla vigilanza, che siano da deterrente verso gli autori di innesti dolosi. Tuttavia, sarebbe auspicabile che queste azioni non restino isolate e che possano, nei prossimi anni, essere ancora più tempestive ed inclusive verso altri soggetti e comitati di cittadini, anche in condizioni di partenariato con chi è iscritto nel registro di Protezione Civile. Considerazioni dettate dal fatto, inoltre, che la sottoscrizione della convenzione avverrà con ogni eventualità non prima di inizio luglio, sebbene il periodo a rischio sia individuato negli stessi atti amministrativi a partire dal 15 giugno.

Scritto da Dario Chiocca


Classe '78, è tra i fondatori de L'Iniziativa, di cui è presidente. Puteolano, risiede nel quartiere di Monterusciello dall'infanzia. Laureato in Giurisprudenza, impegnato da sempre sulle questioni sociali, dal 2010 è avvocato presso il Foro di Napoli e svolge la sua attività professionale nel campo nel diritto civile e del lavoro.