“Refrisco e sullievo a chest’anem’ appestate”: Karmaè al cimitero delle fontanelle

Foto-Fontanelle-web

Sabato 12 ottobre si riparte con uno dei successi più acclamati dal pubblico: Refrisco e sullievo a chest’anem’ appestate. A grande richiesta, dopo il nuovo bagno di folla che ha caratterizzato l’evento svolto durante il maggio dei monumenti, Karmaè lieta di riproporre “Refrisco e sullievo a chest’anem’ appestate”, visita-spettacolo unica nel suo genere e rappresentata in un contesto di straordinaria bellezza.

È stato proprio il pubblico di Karma a chiedere agli organizzatori di riproporre l’evento in modo da rivivere la suggestiva visita che ha nel mistero delle storie delle famose “capuzzelle” il suo punto cardine. Ancora una volta nel meraviglioso scenario del Cimitero delle Fontanelle, luogo di memoria storica e antropologica della città di Napoli, il regista Antonio Ruocco riproporrà una visita-spettacolo in cui l’elemento dell’interazione fra pubblico e spettatore sarà ancora una volta centrale. Per valorizzare e conservare la memoria legata al Cimitero delle Fontanelle, Karma condurrà gli spettatori in un viaggio nelle leggende legate a questo posto carico di storia e di mistero. Lo spettatore sarà condotto di nuovo attraverso l’antica cava di tufo del Vallone dei Girolamini che accoglie ben 40.000 resti, e sarà di nuovo guidato da un’attrice che interpreterà una devota delle “capuzzelle” e che farà da traghettatrice e guida attraverso i meandri del Cimitero.

Fra ossuari e teschi, fra capuzzelle e nicchie, l’attrice-guida spiegherà, da un punto di vista storico e antropologico, la storia e le leggende legate a questo luogo ricco di arcani. Lo spettatore si ritroverà così a contatto con l’antico spirito che legava le devote al Cimitero. Durante il particolare percorso e le spiegazioni cariche di antropologia e storia s’incontreranno vari personaggi che appartengono alle leggende legate al Cimitero: uno su tutti, il Capitano. Il teschio più venerato e temuto del cimitero prenderà vita interagendo con gli spettatori: “Durante le ultime rappresentazioni il pubblico era palesemente  esterrefatto nel vedere come, attraverso il mezzo della recitazione, i miti e le leggende erano ancora così, indissolubilmente impressi – racconta il regista Antonio Ruocco – I nostri affezionati spettatori chi hanno chiesto di riproporre questo evento proprio per questo motivo, e poi: il cimitero delle Fontanelle racchiude l’essenza della città di Napoli. Come già detto, unendo la visita guidata alla recitazione e all’interazione, l’idea è di far immergere lo spettatore, non solo nelle leggende legate a questi teschi, ma anche nell’atmosfera che i devoti provavano venendo qua a chiedere una grazia e donando in cambio il refrigerio, il “refrisco” alle anime del Purgatorio”.

Durante il percorso non solo leggende ma anche accesso ai saperi antropologici della città. La storia del cimitero dei morti per peste e delle sue origini e quindi il punto di contatto fra storia e mito sarà raccontata dagli interpreti che avranno, non solo il compito di stupire ma, anche quello di informare. La ricerca fonti è sempre opera del dott. Antonio Raia, altro fondatore di KARMA: “L’ultima rappresentazione al Cimitero delle Fontanelle è stata un successo incredibile! Oltre ogni previsione. La nostra mission è sempre la stessa: far conoscere agli spettatori storia, arte e mito, ma anche appassionare chi partecipa ai nostri eventi. Imparando e divertendosi, incuriosendo e facendo cultura in modo diverso dal solito”.

Il cast di attori professionisti è composto da: Paola Sabino, Antonio Granatina, Emiliana Bassolino, Gennaro Iago Esposito, il piccolo Antonio Mainardi e conta la partecipazione straordinaria del grande Sergio Boccalatte.

Per info e prenotazioni: Mail: karmartecultura@libero.itkarmartecultura@gmail.com; tel: 340/3651224 –  348//5703065

c.s.

Avatar

Scritto da Redazione