Pozzuoli / Case popolari, la Giunta delibera sfratti e sanzioni per morosi e occupanti senza titolo

_MG_7214

Pozzuoli. Il 22 novembre, nella sala delle adunanze del Comune, si è riunita la Giunta Comunale per approvare la delibera n°130 che ha come oggetto il “Recupero morosità di alloggi di proprietà dell’ente. Atto di indirizzo ai dirigenti”. Con la delibera, l’amministrazione comunale ha compiuto un atto coraggioso, assumendosi una grande responsabilità che, se proseguito fino in fondo, porterà inevitabili conseguenze.

Con la delibera in sostanza si vuole regolare la situazione degli alloggi popolari (soprattutto nel quartiere di Monteruscello), dove sono state emesse nel corso degli anni 355 convalide di sfratto per morosità munite di formula esecutiva e 120 sentenze con le quali, in taluni casi i giudici si sono limitati a condannare i soggetti al pagamento dell’indennità di occupazione, in altri, invece, hanno condannato il soggetto al rilascio dell’alloggio oltre che al pagamento dell’indennità dovuta. In questi ultimi casi l’alloggio risulta essere occupato “sine titulo” e gli occupanti non hanno neanche potuto procedere alle sanatorie previste per legge.

Inoltre, su richiesta dell’Ufficio Unico delle Entrate-gestione delle Morosità, si è verificato, caso per caso, quali siano gli attuali occupanti delle abitazioni interessate dalla convalida di sfratto concessa dal Tribunale. Dalla verifica è emerso che nel caso dei morosi, 213 gli assegnatari dell’alloggio lo occupano tuttora, per cui lo sfratto verrà loro immediatamente notificato; 51 sono deceduti; 18 non sono più domiciliati nell’alloggio per il quale vi è la convalida di sfratto. Stabilito questo, si provvederà, attraverso funzionari di polizia Municipale, a eseguire accertamenti negli alloggi di coloro che sono deceduti o che non vivono più nelle abitazioni assegnate per decidere come bisogna comportarsi per questi casi. E’ prevista, tra le altre cose, la possibilità di un piano di rateizzo nei casi in cui gli occupanti sine titulo possano avvalersi delle attuali sanatorie e l’irrogazione delle sanzioni nei casi di illegittima cessioni degli alloggi, fenomeno, quest’ultimo, molto diffuso a Monterusciello.

La delibera vuole da un lato recuperare le morosità relativa ai canoni di locazione, peraltro bassi, che tutti gli inquilini negli alloggi pubblici sono tenuti a versare al Comune, e dall’altro riordinare le assegnazioni degli alloggi secondo un principio di legalità, stipulando nuovi contratti laddove sia necessario.

Avatar

Scritto da Francesca Migliaccio


Tra i fondatori dell'Iniziativa. Vivo a Monteruscello, quartiere di Pozzuoli. Impegnata nel sociale e mediatrice familiare.