Mattarella in visita al Rione Terra di Pozzuoli, le dichiarazioni istituzionali

“Occorre costruire una nuova strada dopo aver curato le ferite e la detenzione non deve essere una macchia indelebile”. Questo il messaggio del Capo dello Stato Sergio Mattarella che nella giornata di oggi è stato prima al carcere di Nisida, poi al Rione Terra di Pozzuoli, dove è in corso il progetto Puteoli Sacra che coinvolge giovani ex detenuti nella cura della Cattedrale. Il Presidente era accompagnato dal Ministro della Giustizia Catarbia e dal governatore della Campania De Luca. Ad attenderlo a Pozzuoli anche gli altri sindaci dei comuni flegrei. La sua è stata una visita “blindata”, come annunciato da giorni, che tuttavia ha un grande senso per il suo valore istituzionale.

«La visita del capo dello Stato per noi è un evento importantissimo perché indica una direzione, indica la necessità di un processo di comunità in cui Stato, istituzioni, enti locali e chiesa si mettono insieme per dare un futuro a chi non lo avrebbe, ai più emarginati come i detenuti – ha dichiarato «La visita del capo dello Stato per noi è un evento importantissimo perché indica una direzione, indica la necessità di un processo di comunità in cui Stato, istituzioni, enti locali e chiesa si mettono insieme per dare un futuro a chi non lo avrebbe, ai più emarginati come i detenuti – ha dichiarato don Gennaro Pagano, direttore della fondazione Regina Pacis e cappellano del carcere minorile. Il progetto Puteoli sacra è questo, mettere a disposizione i beni artistici e culturali del Rione Terra e della diocesi di Pozzuoli affinché questi giovani possano avere una possibilità».


Ma la presenza della più alta carica dello Stato al Rione Terra assume inevitabilmente anche un significato più ampio, come sottolineato dal Sindaco Figliolia secondo cui “Non ci poteva essere viatico migliore per la rinascita economica e culturale del Rione Terra. E’ una giornata speciale per Pozzuoli – ha detto il Primo cittadino. Ho idealmente stretto la mano al presidente Sergio Mattarella dandogli il benvenuto a nome di tutta la nostra comunità. Per noi è stato motivo d’orgoglio averlo avuto al Rione Terra in un momento particolare per la città e per l’antica rocca, che è ormai pronta per accogliere i turisti di tutto il mondo. Come si sa abbiamo lanciato la gara internazionale per la gestione dell’albergo diffuso e degli spazi comuni e per mettere così a reddito questo patrimonio unico nel suo genere. La visita del Capo dello Stato va interpretata come buon auspicio per la rinascita economica, sociale e culturale di questa Terra. Lo stesso presidente ha apprezzato e ammirato con interesse questi luoghi passeggiando tra le stradine del Rione e sedendo nella nostra meravigliosa cattedrale.”

Scritto da Redazione


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.