L’EVENTO/ Notte bianca a Napoli Nord: musica, arte e shopping nel centro storico di Secondigliano

Anche quest’anno l’associazione LaRSec ha presentato la terza edizione del Secondigliano Block Party, festival delle arti tenutosi nel centro storico di Secondigliano lo scorso weekend.

IL PROGETTO – L’idea nasce dalla volontà del LaRSec, acronimo di Laboratorio di Riscossa Secondiglianese, di favorire l’aggregazione sociale attraverso l’arte in ogni sua forma e la riqualificazione territoriale della periferia della Napoli Nord, Secondigliano.

IL PROGRAMMA – Il Festival si è aperto Venerdì 16 Giugno alle ore 10,00 con mostre e visite guidate nel centro storico di Secondigliano, mentre dalle 19,00 in poi si è dato spazio alla musica con concerti ed esibizioni di artisti emergenti ai quali hanno potuto prendere parte di forma gratuita sia grandi che piccoli. Sabato 17, invece, alle ore 20,00 è stata inaugurata la prima “Notte Bianca” del quartiere che ha permesso l’apertura di tutte le attività commerciali fino alle 24,00; l’evento è stato accolto con grande entusiasmo dai commercianti del quartiere, riscuotendo successo ed approvazione anche da parte dei cittadini. Molti intervistati hanno però richiesto con fermezza la presenza quotidiana dello stato, augurandosi che questa prima Notte Bianca sia solo l’inizio di un vero cambiamento per un quartiere che ha voglia di riscatto. L’evento si è concluso Domenica 18 con la promozione di attività sportive per adulti e ragazzi e ancora musica grazie anche alla partecipazione di Radio Marte.

IL SUCCESSO – Un grande successo dunque per la terza edizione del Secondigliano Block Party che con la collaborazione di municipalità, associazioni, parrocchie e cittadini ha contribuito a dare sempre più voce ad un quartiere stanco dei luoghi comuni e che con forza rivendica la sua identità e la sua rinascita.

Amalia Cinquegrano

Scritto da Amalia Cinquegrano


Nata e cresciuta a Scampia, dopo la laurea in Lingue e Letterature Straniere ha trascorso diversi anni in giro per il mondo. Rientrata a Napoli per continuare gli studi per l'insegnamento delle lingue e dello yoga, dal 2017 collabora con l'Iniziativa.