Il messaggio di Malaze’ 2018: i Campi Flegrei sono terra di hub economici e culturali

La rassegna Malazè, l’evento enogastronomico che promuove le bellezze e i beni culturali dei Campi Flegrei, giunto quest’anno alla sua XIII edizione, è in pieno svolgimento. Si sono tenuti, con grande successo di pubblico, i primi due “hub culturali”, sabato 15 e domenica 16 settembre, rispettivamente al Castello di Baia e alla riserva naturale degli Astroni. Sabato prossimo, 22 settembre, è atteso il terzo appuntamento al Rione Terra di Pozzuoli, mentre altre iniziative sono in programma, consultabili sulla pagina fb e sul sito www.malaze.it.

A spiegarci meglio la novità di quest’anno, e soprattutto il suo messaggio rivolto al territorio, è Rosario Mattera, organizzatore e anima dell’evento. “Malazè è sempre stata una realtà in movimento, non a caso qualche anno fa usavamo l’espressione “work in progress”. Siamo sempre stati un laboratorio, per sperimentare nuove forme, legate al turismo e non solo. Il nuovo format mette al centro 3 hub, diversi tra loro, ma che oltre ad essere rappresentativi della storia, dell’archeologia e del patrimonio naturalistico dei Campi Flegrei, hanno un comun denominatore: quello di essere scenari ideali per poter ospitare, per un intera giornata, diverse proposte e attrazioni, come visite guidate, teatralizzate, esposizioni per produttori e artigiani del territorio, degustazioni. E’ un format che può creare economia, concepire questi luoghi come contesti dove poter passare momenti ricreativi, ma anche come siti “produttivi” nel senso più nobile della parola, perchè producono cultura e trasformano questa cultura in una ricchezza economica redistribuita sul territorio.” 

“Vorrei evidenziare, inoltre, alcuni aspetti particolari. Con la presenza di Malazè agli Astroni – sottolinea Mattera – abbiamo voluto dare un doppio segnale, quello di vicinanza all’Oasi del wwf dopo gli incendi dello scorso anno (n.d.r. per fortuna, l’area è in fase di recupero), e al tempo stesso “ricordare” a tutti che il cratere degli Astroni è parte integrante dei Campi Flegrei, e non mi riferisco solo sul piano amministrativo. Analogo valore simbolico è la presenza al Rione Terra, che rappresenta la “ferita aperta” della nostra memoria. Aggiungo, infine, che già dallo scorso anno è partita una sperimentazione denominata “Malazè LAB”, un modo per mettere insieme la comunità di Malazè per produrre idee e azioni innovative. “

Avatar

Scritto da Redazione