“Estate puteolana 2018”, presentato il programma degli eventi

Arte, musica, teatro, cinema, mostre di pittura e giochi. Il calendario dell’estate puteolana è stato presentato dall’amministrazione comunale di Pozzuoli questa mattina a Palazzo Migliaresi. Il cartellone di eventi è stato messo su con le risorse comunali e grazie al supporto della commissione consiliare Cultura.
GLI EVENTI – Si parte subito con “Agorà Flegrea”, un ciclo di interviste coordinate da Giuseppe Borrone con i protagonisti dell’arte e dello spettacolo, della cultura e della società, che ha esordito proprio questa sera, a Palazzo Toledo, con il dialogo tra Adele Pandolfi e Cristina Donadio, attrice nota per aver interpretato Scianel nella serie “Gomorra”. A questo seguiranno altri 3 appuntamenti, stesso luogo e stesso orario, con il regista e attore Enzo Moscato intervistato dal critico e giornalista Alberto Castellano (12 luglio), con la scrittrice Wanda Marasco che dialogherà con la collega scrittrice Maria Rosaria Selo (19) e con il campione di basket Massimo Antonelli, intervistato dal giornalista Gino Conte (26).
Per l’intero periodo estivo a Pozzuoli torna poi il cinema all’aperto: a partire dal 12 luglio, tutte le sere sarà proiettato un film di prima visione o di recente programmazione nel largo Sedile dei Nobili al Rione Terra (ingresso euro 5). Una iniziativa realizzata grazie alla Stellafilm e a Gerardo De Vivo. Strade ed angoli della città saranno inoltre animati, in serate da definire (è in corso una manifestazione di interesse) dai “Cortili dell’Arte”, secondo un formato già sperimentato in diverse città italiane. Si tratta di una rassegna di arte, musica e teatro che avrà luogo nei cortili dei palazzi storici puteolani, nelle corti e nelle arene del territorio.
I concerti sono concentrati nel mese di agosto: il 3 i “Foja” si esibiranno a piazza Severini a Monterusciello, il 10 Ciro Giustiniani e i Pooh Pazzi al Rione Toiano, il 13 Franco Castiglia nel Residence Villa Avellino proporrà una rivisitazione di brani napoletani dal ‘500 all’800, il 14 agosto Luigi Libra, ambasciatore della canzone napoletana, sarà di scena con il progetto “Terra Viva” a Piazza a Mare (dove ci sarà pure una rassegna di prodotti di eccellenza campani). Attenzione particolare, invece, è riservata al 15 agosto, quando in occasione della Festa dell’Assunta, molto sentita a Pozzuoli, ci sarà il tradizionale “Pennone a Mare”, gara tra pescatori su un palo saponato fissato sul Molo Caligoliano. In mattinata ci sarà il rito liturgico e la processione della Madonna dell’Assunta, in serata invece un festival dei gruppi emergenti locali e i fuochi d’artificio a mare.
SETTEMBRE – Da segnalare il torneo internazionale di scacchi a Palazzo Toledo (23), la rassegna puteolana di street art a Monterusciello e la mostra di pittura “Tre passi nell’arte” dal 29 settembre al 7 ottobre.
LE DICHIARAZIONI – «Come è nostra consuetudine, si tratta di un programma che coinvolge tutta la città, dal centro storico a Monterusciello, al Rione Toiano, con una attenzione particolare verso i giovani – dice l’assessore alla Cultura Maria Teresa Moccia di Fraia – Un percorso culturale già avviato nei mesi scorsi con una serie incontri, convegni e manifestazioni, che sta accompagnando il processo di valorizzazione del territorio messo in campo dall’amministrazione».
«Il nostro obiettivo è quello di migliorare e rendere strutturale la programmazione degli eventi, in modo che si possa coprire l’intero periodo che va da maggio ad ottobre – spiega il sindaco Vincenzo Figliolia – Stiamo lavorando anche per avere più investimenti e soprattutto di poter tornare a contare anche su quella meravigliosa area spettacoli di Villa Avellino, oggetto di lavori di ristrutturazione. Spero di averla disponibile per la prossima estate. Come pure stiamo cercando, assieme al direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, di giungere alla definizione del recupero degli spalti dell’anfiteatro Flavio, un’altra arena che manca alla città e che contiamo di riavere in tempi brevi».
COMMENTO – Come già evidenziato da circa 7 anni, senza nulla togliere alla professionalità degli artisti coinvolti, questo tipo di calendario di eventi potrà svolgere esclusivamente una funzione di intrattenimento e aggregazione per i cittadini, aspetti assolutamente positivi, soprattutto per chi resta in città o per i visitatori presenti, ma nulla ha a che vedere con la promozione e il marketing territoriale in chiave di attrazione turistica, che restano tutt’altra cosa. Obiettivi finora mancati, purtroppo, nel recente passato anche quando il Comune di Pozzuoli ha potuto disporre di appositi fondi regionali, e oggi ancora più difficili da realizzare con risorse ridotte e presentazioni svolte a estate già cominciata.
Avatar

Scritto da Redazione