#Cuoredinapoli ai quartieri spagnoli, tra arte, degustazione e folklore

I vicoli e le strade dei Quartieri Spagnoli hanno vibrato con balli, musica e artisti di strada. L’edizione 2018 della manifestazione, che ogni anno giunge al suo evento conclusivo con iniziative e attività tutte concentrate in un’area specifica della città, ha coinvolto diversi commercianti in zona, compresa la Pasticceria Seccia che ha partecipato per la prima volta all’operazione con “Apericuore”. Un debutto maiuscolo e gustoso, tra assaggi di biscotteria, la torta dedicata alla squadra della Montecalvario e le premiazioni dei fotografi che hanno preso parte a marzo scorso alla maratona fotografica. Dopo un mese il verdetto popolare e quello della giuria tecnica ha incoronato 5 aspiranti fotografi. Doppietta sui social per Nunzio De Marco, primo e secondo posto con i like di Facebook per due foto che ritraevano un fabbro al lavoro nel “sabato dei Quartieri” e la selva di tende, panni stesi e fili in un classico vicolo. La street art è stata vincente invece nello scatto di Dario Cannamela, medaglia di bronzo sempre nella competizione dei “mi piace” sulla pagina facebook di Pasticceria Seccia. Per la giuria di qualità ha prevalso però la foto di Guido Daniele Villani, giovane appassionato di fotografia – partecipa da un po’ di anni al blog Storie di Napoli dedicato ai Campi Flegrei e ai suoi tesori -, che si è aggiudicato l’Aperisciù d’oro con una fotografia che condensa “il sabato del villaggio” ai Quartieri: l’attesa di due anziani seduti al tavolo, il riposo del loro cane sdraiato a terra e il murales dedicato a Pino Daniele che ricordava come fosse “sabato, e domani non si va a scuola”. La scelta del podio si è affidata però non tanto all’aderenza ai temi richiesti nelle prove, ma nell’efficacia della composizione e nella bellezza intrinseca dello scatto. Così l’argento è andato a Gianluca Carratù col suo movimento “misterioso”, congelato con tempi lunghi di esposizione, tra magliette stese a una finestra e motorino sottostante, mentre la Pudicizia di Bosoletti, ritratta in un particolare schema a parabola che partiva dai due turisti intenti anche loro a immortalarla per finire nel murales – foto firmata da Gigi Sorrentino -, ha avuto la meglio nell’ex-aequo finale per il terzo posto. Un’iniziativa di successo e di gran partecipazione. Molti i turisti stranieri, in particolare francesi, attirati e incuriositi che hanno preso parte all’evento incuriositi e si conferma ancora una volta l’importanza di manifestazioni di questo tipo, che coinvolgono in primis gli attori economici che investono sul territorio per un ruolo sempre più attivo di rilancio sociale in un quartiere che si sta scrollando di dosso il vestito malconcio della Cenerentola che fu, per rinascere a vera principessa di Napoli, amata e visitata ormai da orde di turisti, curiosi di arte, buon cibo e folklore.

Avatar

Scritto da Valentina Soria


Mi chiamo Valentina Soria, sono giornalista pubblicista, laureata alla magistrale in Comunicazione Pubblica e d’Impresa. Mi interesso di comunicazione a 360°, dal giornalismo al copy writing alla cura di uffici stampa. Amo la mia terra flegrea e credo nell’importanza di dare “voce” alle piccole e grandi criticità del territorio con coraggio ed onestà.