CIBO & SALUTE / La guida “Fare la Spesa con Slow Food” è ricca di Campi Flegrei

DSC06940FOTO DI MARINA SGAMATO

La prima domenica di settembre, nell’ambito della X edizione di Malazè, sarà presentata nei Campi Flegrei la guida “Fare la Spesa con Slow Food”, prodotto editoriale cartaceo edito da Slow Food Italia.

Più di 800 pagine, 2872 indirizzi, di cui più di 200 in Campania, dove acquistare il cibo quotidiano.

Un utile strumento per scovare e conoscere prodotti buoni e sostenibili in viaggio o a pochi metri da casa propria, comprando direttamente da produttori, pescatori e artigiani, al mercato o nelle intramontabili botteghe. A garantire è Slow Food, con la sua rete capillare di segnalatori, dislocata in tutta Italia.

Il 6 settembre 2015, ore 10:30, la presentazione avverrà presso la sede della Condotta Slow Food Campi Flegrei, in via Ottaviano Augusto, 19, a Bacoli, dove si ritroveranno le condotte di Campania e Basilicata per raccontare il proprio territorio attraverso produttori, artigiani e botteghe presenti in guida. A guidarle sarà Giuseppe Orefice, Presidente Slow Food Campania e Basilicata. Usi e costumi diversi s’incontreranno in un unico luogo. Storie porzionate daranno, a quanti interverranno, un interessante punto di vista di due splendide regioni italiane.

La presentazione si protrarrà a pranzo con degustazione di prodotti flegrei e non solo, dal pane di Matera al pomodorino del piennolo del Vesuvio. Molti i produttori e le botteghe flegree presenti in guida. Previsto anche un momento d’aggregazione dal titolo “Storie in vigna”, a cura delle volontarie di Nati per Leggere, coordinate da Rosa Spinelli, referente Campania-Area Flegrea, che incontreranno, in modo del tutto gratuito, le famiglie per leggere insieme tante storie, e un laboratorio del gusto guidato da Vito Trotta, in cui le cozze di Capo Miseno e la falanghina dei Campi Flegrei saranno protagoniste.

Gli eventi organizzati dalla condotta flegrea finiranno con “Terra Madre in Caldera”, giovedì 10 settembre 2015, ore 18. Nel suggestivo scenario della Solfatara di Pozzuoli, testimonianza attiva della natura “ardente” del territorio, tra vapori sulfurei e ribollire della Terra, la condotta, insieme ai propri produttori, incontrerà quelli di presidi campani per una chiacchierata-confronto, che funga da stimolo per la crescita del comparto flegreo. Nel corso della serata, sarà presentato il libro “Mille orti in mezzo al mare” del giornalista e scrittore Ciro Cenatiempo.

Per informazioni rivolgersi al 3296007476 – 3496936357

Avatar

Scritto da Gemma Russo


Gemma Russo nasce a Pozzuoli, città in cui vive. Giornalista pubblicista, da sempre collabora con L'Iniziativa-Voce flegrea, ma anche per Il Roma, Luciano Pignataro Wine Blog e Slow Wine. È responsabile della comunicazione per la Pro Loco Pozzuoli e per Slow Food Campi Flegrei. Nel 2013, partecipa alla raccolta Moderne Cantastorie con un saggio breve. Nel 2015, è coordinatrice per la Campania e la Basilicata alla guida cartacea Fare la Spesa con Slow Food. Dal 2016, recensisce per Osterie d'Italia. Nel 2017, scrive e pubblica Storie dal Rione Terra, raccolta frutto di un anno di impegno al Percorso Archeologico del Rione Terra di Pozzuoli. L’incontro con chi ha vissuto direttamente o indirettamente la rocca tufacea ha dato vita ad una pubblicazione con storie che dipingono la natura bradisismica della terra, l’importanza archeologica e storica, la quotidianità che non c’è più, fatta di usi e i costumi, anche gastronomici.