CAMPI FLEGREI/Sedici progetti da 80 milioni di euro approvati dalla Regione Campania

Sedici progetti per i Campi Flegrei sono stati ammessi alla graduatoria dalla Regione Campania nell’ambito del bando regionale per il Fondo di rotazione per la progettazione degli enti locali: dieci presentati dal Comune di Pozzuoli, tre dal Comune di Quarto, due dal Comune di Monte di Procida, uno dalla Città metropolitana di Napoli e uno dall’Impromed Consorzio Stabile Spa. «Abbiamo completato il lavoro per l’utilizzo del fondo di rotazione per i progetti esecutivi dei Comuni della Campania: con circa 50 milioni di euro finanziamo 204 progetti per 98 Comuni. Abbiamo avuto richieste per 1.926 progetti, con il bando ne sono state ammesse a finanziamento 1.800 per un ammontare complessivo di un miliardo e 90 milioni», questo l’annuncio del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

POZZUOLI_ Concretamente con questa prima graduatoria sono stati ammessi ben sette progetti (tutti di Pozzuoli) al finanziamento, per un ammontare di 1,46 milioni di euro circa, da restituire quattro mesi dopo l’inizio dei lavori (o, in caso di naufragio del progetto, entro cinque anni). Tra quelli flegrei nelle prime cinquanta posizioni si sono classificati due interventi a Monterusciello: uno al diciannovesimo per la “Rigenerazione Urbana multipolare degli alloggi Erp ed Ers” da due milioni di euro e l’altro al ventunesimo, “Rigenerazione eco-energetica degli edifici Erp di Monterusciello” da 7,2 milioni. «I primi due progetti sono già immediatamente finanziabili dalla Regione – spiega il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia i dieci progetti proposti dal nostro Comune sono stati tutti selezionati e ritenuti ammissibili finanziamento». Sempre in relazione alle residenze pubbliche (Erp) è prevista la costruzione di archivi e banche dati per la sua gestione, che con la digitalizzazione dei processi amministrativi ammonta a 1,3 milioni (posizione 242). Per la città della cultura il Comune ha previsto interventi per 1,4 milioni di euro per il completamento del complesso monumentale Toledo con rifunzionalizzazione dell’ex cinema (p. 184), mentre l’Impromed ha presentato un progetto da un milione e mezzo per le residenze universitarie.

Le altre opere approvate per Pozzuoli sono: adeguamento ed efficientamento energetico immobili comunali (3 milioni, posizione 114); analisi di vulnerabilità sismica ed adeguamento delle scuole Pisciarelli di Agnano, Quasimodo di Toiano e la Giacinto Diano (8.582.500 euro, p. 115); “Ottimizzazione delle reti di captazione delle acque meteoriche, delle stazioni di sollevamento fognario e degli scarichi di troppo pieno attraverso condotte sottomarine” (5,6 milioni, p. 116); miglioramento del servizio idrico integrato mediante riduzione delle perdite (13.626.187 di euro, p. 117); “Ricomposizione fondiaria e valorizzazione delle aree residuali (50Ha) con finalità produttive e sociali per il quartiere di Monterusciello” (1,3 milioni, p. 1317); adeguamento impiantistico, multimedialità e manutenzione programmata della rete stradale (2milioni, posizione 1593).

MONTE DI PROCIDA e QUARTO_ Focus del Comune di Monte di Procida su Acquamorta. Con 22 milioni di euro si punta a riqualificare e mettere in sicurezza le aree portuali puntando ad una nuova mobilità verso Bacoli e Procida (posizione 775), mentre intervenendo sui moli di sopraflutto e sottoflutto si vuole mettere in sicurezza le infrastrutture portuali (9.836.580 di euro, p. 370). La città metropolitana di Napoli ne ha presentato uno per l’arenile di Torregaveta per ridurre il rischio idrogeologico (612mila euro, p. 867). Quarto invece punta a rigenerare il sistema di raccolta delle acque bianche del canale di Quarto (2,75 milioni, p.119); realizzazione di un percorso ciclabile (9.874.447 di euro, p. 641) e di un campo coperto alla scuola Gadda da 504.000 euro (p. 798).

Un progetto ambizioso che rende arduo e impegnativo il finanziamento di tutti i 1806 progetti e pone in posizione più favorevole quelli classificati meglio in graduatoria. «Cercheremo di correre per aprire i cantieri, o almeno chiudere l’iter amministrativo per il 2017 – commenta il governatore della Campania – Puntiamo a finanziare la totalità dei Comuni richiedenti che sono oltre quattrocento. Siamo orgogliosi di questo aiuto concreto che diamo ai Comuni per realizzare i progetti esecutivi: siamo l’unica Regione che utilizza il sistema del fondo di rotazione».

Avatar

Scritto da Sandro Izzo


Classe 1988, vive da sempre a Pozzuoli, nella frazione di Lucrino. Laureando in Giurisprudenza all'università Federico II di Napoli. Dal 2010 scrive per "L'Iniziativa" ed è parte del direttivo dell'associazione. Brevi esperienze anche presso "Il Roma" ed il "portale Retenews24". Dal maggio 2013 al novembre 2015 in carica come rappresentante nel Forum Giovani di Pozzuoli.