Campi Flegrei, quali scelte per il turismo culturale? PARTECIPA AL SONDAGGIO

articolo sondaggio

Tutti sperano in uno sviluppo turistico dei Campi Flegrei. Ma di che tipo? Le caratteristiche del nostro territorio, così ricco di storia, archeologia e bellezze naturali, indicano la strada della vocazione culturale e ambientale; una strada che va favorita con un preciso indirizzo politico e amministrativo.

Con questo sondaggio, che forse sarebbe meglio definire una “campagna di ascolto”, ci proponiamo di raccogliere la massima partecipazione dei cittadini alle scelte istituzionali, evidenziando in modo propositivo priorità, opinioni prevalenti e suggerimenti, pur senza un valore statistico.

Dall’insieme delle risposte può scaturire un vero e proprio progetto per i Campi Flegrei.

A conclusione, invitiamo i lettori a lasciare anche eventuali commenti o ulteriori osservazioni sul tema.

Il sistema è garantito per registrare un solo voto per ogni postazione fissa o smartphone, a prescindere da cosa visualizza chi prova a votare più volte. E’ possibile esprimersi al nostro sondaggio per una settimana a partire dalla pubblicazione, cioè fino a domenica 10 luglio.

1) Il Mibac ha istituito il Parco archeologico dei Campi Flegrei con un autonomo direttore. Soprintendenza e Comuni hanno aperto un confronto su come spendere, in questa fase iniziale, i 25 milioni di euro stanziati dal Governo. Quali sono le priorità?



2) Qual è il primo provvedimento che deve mettere in campo il sindaco di Pozzuoli per favorire, in considerazione delle proprie competenze amministrative, il turismo culturale? 

 

3) Tra tutti i beni culturali dei Campi Flegrei ce n’è uno che merita maggiori sforzi di fruizione, valorizzazione e promozione da parte degli enti locali?

4) Quale modello di gestione dei beni archeologici e ambientali è più credibile per favorire l’occupazione e opportunità di lavoro?

5) Il Rione Terra avrà una destinazione prevalentemente turistico-ricettiva ma sono molti gli edifici pubblici dove non sono previsti alberghi. Quali di queste proposte possono caratterizzare il borgo in senso culturale e renderlo un luogo vivace e vissuto?

6) L’industria culturale è tutto ciò che genera lavoro dalla produzione di arte e cultura. Qual è il primo passo da compiere per sviluppare questo settore?  

7) Il turismo naturalistico è un settore dal grande potenziale ma ancora pieno di ostacoli. Oggi al Monte Nuovo sono vietate le visite guidate a pagamento. Da 1 a 5 quanto è favorevole alla regolamentazione di queste escursioni con guide naturalistiche riconosciute, fermo restando il libero accesso all’Oasi?

8) La riqualificazione urbanistica del Centro Storico deve essere funzionale a creare reddito, con una maggiore e più qualificata fruizione popolare. Da 1 a 5, quanto è favorevole al rilascio di permessi per l’esposizione permanente di quadri, creazioni, mostre fotografiche ed esibizioni live a limitato impatto acustico?

 

Grazie per aver partecipato!

Avatar

Scritto da Redazione