Avviso pubblico per la concessione di beni confiscati, c’è anche quello di Pozzuoli in località S. Angelo

qui-la-camorra-ha-persoE’ stato pubblicato sul sito istituzionale della Città metropolitana l’avviso pubblico del Consorzio Sole (“Sviluppo Occupazione Legalità Economica”) per l’affidamento in concessione di 6 immobili confiscati alla criminalità organizzata. Tra questi, c’è anche quello sito in Pozzuoli, in località S.Angelo alla Corbara, fondo Conocchiella. Si tratta di un appartamento su due livelli di 130 mq complessivi, composto da 4 vani più accessori. L’immobile, oggetto di pubblica nota di chiarimento da parte del Sindaco di Pozzuoli in data 10 agosto 2015, è definito nella scheda tecnica in “buono stato di manutenzione” e fu confiscato con sentenza definitiva del 6 novembre 2011 della Corte di Cassazione, ricondicibile al clan di Gennaro Longobardi. Passato alla disponibilità della Città Metropolitana, oggi è inserito nella procedura pubblica per l’affidamento curata dal Consorzio Sole, ente a ciò preposto sul territorio napoletano.

L’avviso pubblico è rivolto, come previsto dalla legge, a organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, comunità di recupero o enti di protezione ambientale, che potranno proporsi per la gestione e l’utilizzo del bene per finalità sociali e per un periodo di 9 anni, prorogaabili per altri 5. Le domande dovranno essere presentate entro le ore 12.00 del 30 novembre. A questo link è possibile trovare tutti i dettagli e le modalità di partecipazione, relative ai 6 beni immobili che insistono nei diversi Comuni di Napoli, Marano, Castellammare, Casalnuovo, Nola e appunto Pozzuoli.

L’auspicio è possano esserci soggetti interessati, che sarannno poi scelti mediante graduatoria con criteri pubblici, per realizzare un centro di recupero, un’attività solidale, un progetto economico pulito o qualsiasi cosa che possa consentire a tutta la comunità che anche in quel bene, ritenuto dalla Magistratura frutto di guadagni derivanti da attività criminale, come in tanti altri già confiscati e riutilizzati in tutta Italia, “la camorra ha perso”.

Dario Chiocca

Scritto da Dario Chiocca


Classe '78, è tra i fondatori de L'Iniziativa, di cui è presidente. Puteolano, risiede nel quartiere di Monterusciello dall'infanzia. Laureato in Giurisprudenza, impegnato da sempre sulle questioni sociali, dal 2010 è avvocato presso il Foro di Napoli e svolge la sua attività professionale nel campo nel diritto civile e del lavoro.